Prendila così, significato

di Lucio Battisti
Significato della canzone Prendila così di Lucio Battisti
  • Interventi 5 / Visualizzazioni 17248

Significato più votato

Prendila così appartiene all'album Una donna per amico, inciso in Inghilterra nel 1978 e divenuto album più venduto in Italia, nonchè uno dei maggiori successi di Battisti.

La canzone racconta la separazione di due innamorati e si conclude con un assolo di Derek Grossmith al sax.
"uno dei migliori esempi della capacità di Mogol di tratteggiare in poche frasi, semplici e dirette, una delle tante situazioni di un rapporto a due.

Il dolore del distacco definitivo fra un uomo e una donna è tutto nel breve dialogo che i due si scambiano in auto, decidendo di non frequentare più gli stessi posti per non incontrarsi ed evitare di ferirsi ancora.

Le parole, affilate come coltelli, si stemperano in un arrangiamento morbido e gradevole, a partire dall'inizio orchestrale, caratterizzato da un accordo in fa minore che, prima della parte cantata, compie una lunga sequenza cromatica discendente simile all'atterraggio di un velivolo, per terminare poi tornando un'ottava più in basso, su quello stesso fa minore iniziale", fonte.

Immagine: una donna per amico.jpg
una donna per amico.jpg 400 KB



Immagine dell'utente ingiz | 317 Punti
10 reazioni a questo significato
Immagine dell'utente Evangelista

interpretazione superficiale che non coglie il profondo significato di questa straordinaria composizione. I due sono amanti, la donna ha una famiglia, e lei per un “... problema di coscienza ...” sceglie di interrompere una relazione d’amore molto profonda. La donna è di fronte ad una scelta difficilissima, e sceglie la famiglia ed i figli (“... loro senza me, hai detto, é un problema di coscienza”).

Immagine dell'utente Rodolfo

Ritengo che l'interpretazione di Evangelista sia corretta. Cercavo conferma dell'interpretazione che io stessa supponevo e l'ho trovata, anche se penso che a chiudere la relazione sia lui.

Immagine dell'utente Neri

Concordo pienamente con l'interpretazione di Evangelista! Anche perché oltre la frase esemplare che ricordava, anche "lasciami giù qui, è la solita prudenza" farebbe proprio intendere che la relazione tra i due è adulterina. Come dice Evangelista, il significato è molto più profondo.

Immagine dell'utente Damiana

E’ la storia di un amore impossibile, quasi maledetto., dove la felicita’ sembra quasi raggiunta per poi dissolversi ed i due amanti porteranno con se’ una eterna e reciproca sofferenza. Un capolavoro assoluto !!!!

Immagine dell'utente Olimpia

Bellissima! Spiega come grandi amori spesso portano grande sofferenza... ma il ricordo e la nostalgia probabilmente resteranno sempre impressi nella memoria di ciascuno... viva l’amore!

Per me questi brano ha un significato particolare e cerca di narrare la strana situazione sentimentale di due persone che si sono conosciute e amare intensamente! Il testo della canzone è molto leggero nel significato di ciò che i due innamorati DI dicono.Sembra quasi che la loro storia sia ancora viva,ma  in realtà lui sostiene che "è meglio non farne un dramma".Bellissimo pezzo musicale di Battisti e Mogol.Le canzoni di questi artisti sono intramontabili .
Immagine dell'utente Rocco | 1 Punti
2 reazioni a questo significato
Musicalmente perfetta. Arrangiamento ed esecuzione di altissimo livello. Per me il testo è da dimenticare, pervaso di maschilismo e arroganza. 
Mogol è bravissimo a tratteggiare situazioni e sensazioni anche effimere. La parte finale di questa canzone non mi pare all’altezza delle sue capacità. 
Immagine dell'utente Matteo | 1 Punti
3 reazioni a questo significato
Immagine dell'utente Raniero

Non vedo maschilismo ed arroganza, vedo solo una coppia di persone innamorate, lei sposata, con figli e più grande di lui, che prende una decisione razionale anche contro il suo sentimento per lui ponendo anche una esile giustificazione del "sono più grande, avrò le rughe e tu sarai ancora giovane" e lui le risponde di "non parlar di rughe e di vecchie streghe" meno bella non sarai. Lei le chiede di prenderla bene questa separazione, doveva aver ben presente i suoi problemi di donna sposata e lui la rassicura "non ti preoccupare, tanto avrò da lavorare", esile scusa per confermare che si distrarrà. Lui per farsi, entrambi, meno male le chiede di non frequentare gli stessi posti che hanno frequentato, inoltre lui, da solo e senza altre, probabilmente avrà un'altra "spero". Il dolore della fine della storia al pari è sentito da lei che pur decidendo razionalmente di troncare la relazione, ne è addolorata tanto da non voler lasciarlo perchè sta bene con lui. Io vedo una storia in cui fra 7 mld di persone la giusta coppia, in quel momento, si è incontrata tardi, purtroppo, e che la cruda realtà quotidiana fa prendere decisioni ad entrambi che feriscono ma è la realtà nuda e cruda, non si può fare sempre ciò per cui si è trasportati. io la vedo così.

Per me è una coppia di amanti con lei che lascia lui (lasciami giù qui, è la solita prudenza - loro senza me, mi hai detto, è un problema di coscienza)
Immagine dell'utente Alan | 1 Punti
12 reazioni a questo significato
Immagine dell'utente Ferdinando

Questo capolavoro è secondo me, una delle più belle canzoni mai state scritte. Non riesco a spiegarmi un passaggio, quando battisti, immedesimato nella donna, dice :
Lasciami giù qui, è la solita prudenza,loro senza me, mi hai detto, è un problema di coscienza.
Non riesco a trovare spiegazione in questo passaggio, se qualcuno mi vorrà rispondere. Grazie

Una copia di coppia di amanti  di qui lei sposata e magari con figli declina il rapporto a malavoglia  ma necessario purtroppo sono sempre le donne che devono prendere ..soluzioni  semplici ma drastiche
Immagine dell'utente Caio | 2 Punti
3 reazioni a questo significato

Quale è per te il significato di questa canzone?

Se ti registri verrai aggiornato automaticamente sullo stato della pagina.
Ci sono errori?

Le più visualizzate di Lucio Battisti

Immagine testo significato Anche per te
Immagine testo significato La luce dell'est
Lucio Battisti, immagine
Le altre di Lucio Battisti