Bene, significato

di Francesco De Gregori
Significato della canzone Bene di Francesco De Gregori
  • Interventi 4 / Visualizzazioni 7886

Significato più votato

Ho trovato questa interpretazione che può aiutarci a capire il significato di questo straordinario testo:

Nel testo invece c'è tutta la sua storia, dall'infanzia alla fine dell'adolescenza. Si dice l'abbia dedicata alla stessa ragazza per il quale poi avrebbe scritto in seguito "Rimmel", ma è più probabile sia invece un omaggio a sua madre ("Ricordi che giocavo coi tuoi occhi nella stanza e ti chiamavo "mia", ben oltre la coperta all’uncinetto, c’era il soffio della tua pazzia e allora la tua faccia vietnamita ricordava tutto quel che ho."), di sicuro i significati sono stratificati, perfino un rapporto conflittuale con il tempo che passa e la perdita dell'innocenza propria della prima giovinezza ("..nemmeno l'innocenza nei miei occhi, ce n'è già meno di ieri ma che male c'è? Le navi di Pierino erano carta di giornale eppure guarda, sono andate via."). "Bene" è una canzone estremamente malinconica e riflessiva, eppure quel "e puoi chiamarmi ancora... amore mio.." alla fine è un lampo di incoscienza e di speranza in un mare aperto di emozioni.
fonte

Come nota Alessandro67, anche io ho trovato in molti siti dichiarato che De Gregori ha cantato dal vivo Bene solo una volta. Sicuramente il testo è molto intimo, ma molte delle sue canzoni lo sono.

Quel che trovo toccante particolarmente è il modo di mescolare le figure femminili. Di fatto non si capisce fino in fondo se stia parlando di un amore dell'adolescenza/giovinezza o della figura-ricordo della madre (e allora la tua faccia vietnamita ricordava tutto quel che ho). Le due femminilità si confondono e trasmutano l'una nell'altra e in in questa operazione poetica credo di rintracciare il cuore dell'emotività giovanile espressa in questo testo. Da un lato una donna che lo sta vedendo crescere e che non lo riconosce più (perchè non è più sotto il tavolo, ormai è troppo cresciuto per starci... oppure perchè semplicemente non lo può più riconoscere, coperta da un velo di pazzia). Dall'altra una seconda figura che può chiamarlo ancora amore mio.

Dal canto mio propendo a credere che queste due figure sono una. Mi sembra - questa - una straordinaria dichiarazione d'amore verso la madre, che raccoglie tutti i sentimenti che nella vita di un essere umano si possono provare, i primi desideri, il possesso, l'identificazione, la tenerezza e la dolcezza. Sentimenti che vengono poi stemperati e rivissuti nel corso dell'esistenza.

Immagine dell'utente ingiz | 298 Punti
10 reazioni a questo significato

Canzone intima e dai significati stratificati (l'amore finito, l'esistenza, la struggente fine dell'adolescenza), talmente privata che si vocifera De Gregori l'abbia cantata una sola volta oltre alla registrazione su disco.

Immagine dell'utente Alessandro67 | 356 Punti
3 reazioni a questo significato
Boh
Immagine dell'utente Elga | 23 Punti
0 reazioni a questo significato
In verità credo parli proprio della madre, d’altronde viene citato anche il fratello Luigi.
Immagine dell'utente Lia | 1 Punti
0 reazioni a questo significato

Quale è per te il significato di questa canzone?

Se ti registri verrai aggiornato automaticamente sullo stato della pagina.