I giardini di marzo

Video per il significato della canzone I giardini  di marzo di Lucio Battisti

Richiesto da anonimo

Pubblicato 14 novembre 2013

Ultima interpretazione 07 marzo 2023

Interventi 11 · Visualizzazioni 153 · Annotazioni 0

Alessandro Descovi che muove le mani

Questo sito come vedi questo sito cerca di non ospita banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia del nostro lavoro e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Significato più votato

L'artista in questo brano vuol fare tacitamente riferimento alla droga.

Come possiamo evidenziare nella prima parte il protagonista ritrovandosi nella fase adolescenziale della propria vita e non sentendosi parte integrante di quel contesto sociale trova rifugio nella droga.

Successivamente incontra la ragazza che prova a cambiarlo senza però riuscirci.

Emblematica è la frase che lei dice "tu muori" arrendendosi all'evidenza che lui non ce la farà ad uscirne.

Triste il finale, dove i due si lasciano e lei rimane un'attrice di ieri e quindi del passato, lasciandolo al suo triste e segnato presente.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

“Mi ricordo il punto esatto dove passava un carretto dove potevamo comprare per 10 lire dei gelati quadrati e due biscotti, ma quando si era vicini alla fine del mese mia madre non mi dava i soldi, la vita era dura anche per i miei, la situazione economica non era florida.

Mi stupivo che i fiori sui suoi vestiti non fossero ancora appassiti perché li aveva portati così tante volte che era un miracolo che non fossero sciupati” dichiara Mogol a proposito di questo testo, che scrisse sulla scia di una serie di ricordi della sua infanzia, quando nel secondo dopoguerra gli stenti e la mancanza di coraggio erano un'esperienza quotidiana.

Credo che vederci un resoconto di esperienze di droga sia abbastanza anacronistico, piuttosto il significato di questa canzone richiama a un preciso momento storico che l'Italia stava attraversando in quegli anni.
Gli stenti e le fatiche, i sentimenti contrastanti tra coraggio tradito, orgoglio, fragilità affiorano in numerose parti della canzone, come dalle strofe in cui egli denuncia la vergogna al vendere i libri di scuola, cosa che i suoi coetanei facevano pur di racimolare qualche spiccio ("non avevo mai trovato il coraggio di venderli anch’io perché mi sentivo patetico, non so per quale motivo era un fatto di orgoglio”, afferma ancora Mogol).

E anche laddove il testo esplode in un inno speranzoso, dove cioè l'amore può finalmente intervenire e lenire le sofferenze, ecco ripiombare in conclusione l'ombra di un passato insormontabile, dove la debolezza prende il sopravvento su qualsiasi slancio liberatorio perché "il coraggio di vivere quello ancora non c'è".

Il significato complessivo secondo me richiama piuttosto a una prigione dell'anima e del pensiero, a un ricordo che non si riesce a scartare e per questo continua a influenzare incondizionatamente la vita di tutti i giorni, tanto da non lasciar intravedere un futuro diverso.

Ci può quindi forse essere una dipendenza, ma non certo dalla droga.. piuttosto, come hanno già notato molti nei commenti, da uno schema mentale legato a esperienze precedenti dell'infanzia e che continuano a nutrire negativamente il quotidiano di disillusione e povertà interiore.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Ma quale droga! Mogol stesso ha dichiarato che la canzone tratta di alcuni suoi ricordi di quando era ragazzino. La madre, la scuola e poi l'innamoramento per una ragazza più grande di lui.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Macchè innamorato di altre! Lui è chiuso e spaventato e l'anima dentro che gli dice che solo lui stesso può aiutarla ad uscire fuori.

Se mi aiuti son certa che io ne verro fuori (l'anima). Ma non una parola chiari i miei pensieri (lui), parla con la sua anima.. e lui ha paura di farla uscire fuori.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Il significato e' tutto nella strofa: I giardini di marzo si vestono di nuovi colori e le giovani donne in quel mese vivono nuovi amori camminavi al mio fianco ad un tratto dicesti: "tu muori" Se mi aiuti son certa che io ne verro fuori! Ma non una parola chiarì i miei pensieri continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri.

Lui e' innamorato di un'altra e solo lei puo' aiutarlo a scegliere.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Il testo parla del coraggio di amare incondizionatamente,oltre il proprio io,oltre le apparenze e le paure dell'abbandono.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

L' uomo messo di fronte alla realtà.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

  Così lo stesso Mogol ha commentato i suoi versi: “Ho immaginato una donna che chiede aiuto perché si sta innamorando di un altro ma che contemporaneamente ha bisogno di un supporto per uscire da questa situazione. Lei si è confessata, lui invece l’ha ignorata per un fatto di orgoglio

Caricamento dei sotto commenti in corso...

E' un marzo diverso, forse quelli un po' "Strani e tristi" perché si sta cambiando, 13/14 anni hai cambiato amici di scuola, scuola stessa, lei ha trovato un altro, e lui "muore" a glielo rivela perché lui l'aiuti, dica "no io ci tengo a te" ma lui gia' rassegnato per carattere la lascia attrice di ieri, in fondo sara' il suo destino...

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Volendo stare nell'allegoria: la madre potrebbe simboleggiare l'Italia.

C'è un "lutto", ma ci sono anche i fiori...

Marzo è inizio della primavera, quindi giovinezza, vita che si desta, ma anche Quaresima, anche Idi di Marzo: rimando a W.B. Yeats, segnatamente "A Vision" (quindi se è troppo azzardato... prendetevela con lui).

Il protagonista vorrebbe reagire alla decadenza morale e civile ma non sa come, ed è in crisi.
Non vorrebbe seguire il conformismo di tanti altri giovani - e non- che finiscono per svendere quello che avevano imparato, gli ideali prima coltivati (sarebbe sennò tanto tragico vendere i libri di scuola smessi? lo hanno sempre fatto tanti! io magari no, ma insomma...) ma non trova la forza per qualcosa di costruttivo.
E la "lei" ? Lo sta rimproverando per questa abulia.

E lui si vergogna, come Dante quando Beatrice non lo guardava più perché non approvava il suo comportamento, si vergogna e cercherà di reagire, di scacciare la tentazione del conformismo, lei può essere la sua coscienza così come una ragazza in carne e ossa o entrambe le cose insieme come Beatrice appunto.

Comincerà dunque con l'ispirazione poetica -"l'universo trova spazio dentro me", non un impegno da poco!- il coraggio di vivere ancora non c'è perché magari ci può essere il rischio di chiudersi nell'arte come in una torre d'avorio... ma verrà prima o poi.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

assolutamente droga - ' se mi aiuti son certo ne verrò fuori ' - punto 

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Altre canzoni di Lucio Battisti

Testo

Il carretto passava e quell'uomo gridava 'gelati!'
al ventuno del mese i nostri soldi erano già finiti
io pensavo a mia madre e rivedevo i suoi vestiti
il più bello era nero e coi fiori non ancora appassiti
All'uscita di scuola i ragazzi vendevano i libri
io restavo a guardarli cercando il coraggio per imitarli
poi sconfitto tornavo a giocar con la mente e i suoi tarli
e la sera al telefono tu mi chiedevi: "perché non parli?"

Che anno è, che giorno è
questo è il tempo di vivere con te
le mie mani come vedi non tremano più
e ho nell'anima in fondo all'anima
cieli immensi, e immenso amore
e poi ancora ancora amore amor per te
fiumi azzurri e colline e praterie
dove corrono dolcissime le mie malinconie
l'universo trova spazio dentro me
ma il coraggio di vivere quello ancora non c'è.

I giardini di marzo si vestono di nuovi colori
e le giovani donne in quel mese vivono nuovi amori
camminavi al mio fianco ad un tratto dicesti: "tu muori"
Se mi aiuti son certa che io ne verro fuori!
Ma non una parola chiarì i miei pensieri
continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri

Che anno è, che giorno è
questo è il tempo di vivere con te
le mie mani come vedi non tremano più
e ho nell'anima in fondo all'anima
cieli immensi, e immenso amore
e poi ancora ancora amore amor per te
fiumi azzurri e colline e praterie
dove corrono dolcissime le mie malinconie
l'universo trova spazio dentro me
ma il coraggio di vivere quello ancora non c'è.

Alessandro Descovi che muove le mani

Questo sito come vedi questo sito cerca di non ospita banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia del nostro lavoro e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Altre canzoni

L'essenziale
L'essenziale di Marco Mengoni
11 interpretazioni
Maracaibo
Maracaibo di Lu Colombo
5 interpretazioni
Diamonds
Diamonds di Rihanna
1 interpretazioni
Anna e Marco
Anna e Marco di Lucio Dalla
12 interpretazioni
Terra degli uomini
Terra degli uomini di Jovanotti
11 interpretazioni
La Mia Signorina
La Mia Signorina di Neffa
13 interpretazioni

Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia,è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni,esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare singoli versi delle canzoni.

Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto.

Verranno rimosse volgarità non necessarie e se segnalati verranno corretti gli errori o elementi offensivi.

Questo sito è stato costruito e viene mantenuto da Rubynetti.it un team di sviluppatori rails che sviluppa web app con Ruby On Rails e Vue da più di 10 anni.

Significato Canzone è un progetto di Rubynetti.it - Alessandro Descovi
P.IVA 04225940271 - Castello Venezia 3274, 30122 Venezia VE

DigitalOcean Referral BadgeLogo Badge Rubynetti - Sviluppato e programmato da Rubynetti.it