Video per il significato della canzone Cose di Francesco De Gregori

Richiesto da Giacomo

Pubblicato 04 maggio 2015

Ultima interpretazione 15 aprile 2024

Interventi 7 · Visualizzazioni 0 · Annotazioni 0

Alessandro Descovi che muove le mani

Questo sito come vedi questo sito cerca di non ospita banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia del nostro lavoro e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Significato più votato

Ho scritto un significato simile per la canzone L'infinito. Credo che anche qui si parli del divenire delle cose e di come questa visione del mondo renda tutto piu insensato e vuoto "c'è qualcosa che passa in questa stanza vuota". Sembra quasi un film dell'orrore quel "qualcuno che bussa", che viene dal nulla "aspettavi qualcuno?", "è venuto lo stesso e non era invitato" e non si fa riconoscere "non si è presentato" perché appena si prova a vedere chi è scompare e gli si vede appena la coda.
Il presente è una sagoma sul pavimento, qualcosa che è stato vivo ma ormai è morto, è sabbia friabile sotto un apparente strato di cemento, è il giorno che cammina e inevitabilemente tende alla sua morte che è la notte che si avvicina, la vita destinata alla morte di un albero nel deserto, un trucco non ancora scoperto ma destinato ad esserlo in quanto trucco, una cosa che era meglio non fare, non perché immorale ma inutile come tutte le altre cose. L'immagine dell'effimero è resa in modo bellissimo con il riflesso di una stella sulla schiuma del mare che scompare appena passa l'onda. E poi la terra che diventa straniera che forse vuole dire di come tutto questo scorrere e scomparire e cambiare non ci appartenga e ci crea disagio.
E tuttavia De Gregori riconosce, o rivendica, che nonostante quindi tutto sia così effimero, la nostra coscienza del mondo, il nostro gurdarlo "come io e te che stiamo a guardare tutte queste cose passare" "due occhi che stanno a guardare da dietro una tenda" è qualcosa che esiste e da un senso innegabile al resto. "Troppe volte zero non vuol dire uno" per poter dire che la stanza è veramente vuota e nonostante il divenire renda tutto fumoso (come le "Dannate nuvole" di Vasco), e qui De Gregori secondo me si supera, c'è e ci deve essere "qualcosa che brucia" di passione, di vita "in tutto questo fumo"

Caricamento dei sotto commenti in corso...

La canzone è una serie di immagini, di sensazioni, qualcuno timido che sbircia da dietro alle tende, qualcuno che bussa ad una porta ma scodinzola dunque è un cane? Un'alluvione che lascia il segno sui muri delle case, e poi sensazioni, il tempo che cambia nell’alternarsi delle stagioni e – in mezzo a tutto questo –Un qualcosa che è “come io e te che stiamo a guardare/tutte queste cose… passare" Ma probabilmente è il tempo che passa a bussare

Caricamento dei sotto commenti in corso...

secondo me parla della morte

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Due parole: ineluttabilità del destino e/o imperscrutabilità divina?? Cosa fa muovere...tutte queste cose??

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me dovreste scrivere cose sensate che sto facendo musica 

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Parla del mistero della nostra vita e, il più lontano possibile, morte. 

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me sta parlando della gravidanza della moglie. 

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Altre canzoni di Francesco De Gregori

Testo

E' come il giorno che cammina Come la notte che si avvicina
Come due occhi che stanno a guardare
Da dietro una tenda e non si fanno notare
È come un albero nel deserto
Come un trucco non ancora scoperto
Come una cosa che era meglio non fare
Come il cadavere di una stella Sulla schiuma del mare
È fulmine è grandine è polvere è siccità
Acqua che rompe l'argine E lascia una riga nera al primo piano di una città
C'è qualcuno che bussa, baby aspettavi qualcuno ?
Ho guardato di fuori baby e non ho visto nessuno
C'è qualcuno che bussa, baby e muove la coda
C'è qualcosa che passa in questa stanza vuota
Come una sagoma sul pavimento come sabbia sotto il cemento
Come una magra malattia come il passo in una fotografia
Come una terra che diventa straniera come un mattino che diventa sera
Sera di un giorno di festa e di pioggia che diventa tempesta
Come un lungo saluto come un sorriso che dura un minuto
Come uno sguardo buttato al futuro come un'occhiata al di là del muro
È venuto qualcuno, baby che non si è presentato
È venuto lo stesso, baby ma non era invitato
È venuto qualcuno, baby ce ci guarda e sta zitto
E c'è qualcosa che cambia stto questo soffitto
È come il giorno che cammina anzi è come la notte che su trascina
Come una nuvola sulla coscienza come l'apocalisse
In un racconto di fantascienza come dal nocciolo di un'esplosione
Come dal chiuso di una nazione come dal coro di una cattedrale
O dalla tana di un animale Come dal buco di una chiave
Come dal ponte di un'astronave Come io e te che stiamo a guardare
Tutte queste cose Passare
C'è qualcuno che bussa, baby Aspettavi qualcuno ?
Ho guardato nel buio, baby E non ho visto nessuno
Troppe volte zero, baby Non vuol dire uno
C'è qualcosa che brucia In tutto questo fumo

Alessandro Descovi che muove le mani

Questo sito come vedi questo sito cerca di non ospita banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia del nostro lavoro e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Altre canzoni

La Mia Signorina
La Mia Signorina di Neffa
13 interpretazioni
Cuccurucucu
Cuccurucucu di Franco Battiato
37 interpretazioni
Maracaibo
Maracaibo di Lu Colombo
5 interpretazioni
L'essenziale
L'essenziale di Marco Mengoni
11 interpretazioni
Sotto casa
Sotto casa di Max Gazzè
80 interpretazioni

Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia,è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni,esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare singoli versi delle canzoni.

Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto.

Verranno rimosse volgarità non necessarie e se segnalati verranno corretti gli errori o elementi offensivi.

Questo sito è stato costruito e viene mantenuto da Rubynetti.it un team di sviluppatori rails che sviluppa web app con Ruby On Rails e Vue da più di 10 anni.

Significato Canzone è un progetto di Rubynetti.it - Alessandro Descovi
P.IVA 04225940271 - Castello Venezia 3274, 30122 Venezia VE

DigitalOcean Referral BadgeLogo Badge Rubynetti - Sviluppato e programmato da Rubynetti.it