Arlecchino, significato

di Francesco De Gregori
Significato della canzone Arlecchino di Francesco De Gregori
  • Interventi 1 / Visualizzazioni 69

Significato più votato

Arlecchino di Francesco De Gregori appartiene all'album Francesco De Gregori (1974), il terzo di De Gregori e secondo da solista, quello per intenderci con la pecora in copertina. 
L'album è stato amato moltissimo dai suoi fans ma considerato da lui il suo peggior lavoro:

«Dopo aver firmato il contratto con la RCA, siamo nel '74, feci il disco con la Pecora, che secondo me è il disco più brutto che ho fatto».

Fonte


Immagine: De-gregori-album-pecora-copertina.jpg
De-gregori-album-pecora-copertina.jpg 100 KB

La copertina è stata realizzata da "Gordon Fagetter, batterista dei Cyan Three e primo marito di Patty Pravo"Gordon Fagetter.
Fonte

Su Arlecchino è stato notato che: 

“Arlecchino” è forse il pezzo meno interessante del lotto, che da questo momento prende una piega più classicamente “alla De Gregori”, con debite differenze. Sola chitarra e voce, forse autobiografica presa di coscienza dell’artista che per essere libero è costretto a servire più di due padroni, in un paradosso senza fine.

Fonte.

Similmente è stato notato:

tra "fiori falsi e sogni veri" Arlecchino cammina sul filo, anche se "il filo sotto i piedi non ce l'ha" e tutti sono andati lì a vederlo. Una situazione simile a quella dell'artista, che è appesa a un filo, un filo che può essere tagliato se qualcuno decidera che sarà più resistente abbastanza, quando "la mia cella è un po' più stretta e mi pagano di più"


Ma che significato ha questa canzone
Personalmente all'ascolto ho notato due voci contrapposte, da un lato la libertà, connessa alla figura di Arlecchino e al filo, dall'altra il carcere. 

Fiori falsi / sogni veri 

poi i fiori sono associati agli anni in carcere

Mi colpisce però che la libertà di Arlecchino sia lo stare sospeso senza filo alcuno. Quella che potrebbe essere una situazione paralizzante, non avere cioè una direzione e rimanere a mezz'aria con tutti che ti guardano, è invece qui associata all'assenza di condizionamenti. Mi piace molto l'idea che questa sia una metafora dell'artista, e che la libertà di espressione sia quanto di più ambito, ma ad un tempo difficile da ottenere perchè l'artista è sottoposto a continui condizionamenti.

Sicuramente si tratta di un testo complesso, come del resto l'intero album ha un'impronta fortemente ermetica. Già con il precedente Alice non lo sa (1973), De Gregori aveva già iniziato a sviluppare una propria poetica tutt'altro che di immediata comprensione e l'album Francesco De Gregori consolida questa direzione stilistica. (A conferma di ciò la canzone Niente da capire - contenuta nello stesso album - è una risposta ironica alle accuse che gli erano mosse di scrivere pezzi criptici).
Immagine dell'utente Bianca Maria | 175 Punti
2 reazioni a questo significato

Quale è per te il significato di questa canzone?

Se ti registri verrai aggiornato automaticamente sullo stato della pagina.

Testo

Nessuno ha ancora inserito il testo
Ci sono errori?

Le più visualizzate di Francesco De Gregori

Francesco De Gregori, immagine
Le altre di Francesco De Gregori