Le acciughe fanno il pallone, significato

di Fabrizio De Andrè
Significato della canzone Le acciughe fanno il pallone di Fabrizio De Andrè
  • Interventi 2 / Visualizzazioni 18005

Significato più votato

Le acciughe fanno il pallone è un testo che De Andrè scrive assieme ad Ivano Fossati ed è contenuto nell’album Anime Salve ( il tredicesimo di De Andrè, del 1996). 
I due cantautori, genovesi entrambi, sembrano rifarsi alle leggende e alle cronache popolari della loro città e alla vita dei pescatori, vacillanti all’oscillare del prezzo di una cassetta di pesce. 
Scrive Nicolò Zancan: 

A Genova la storia si tramanda da generazioni. Al principio del mondo, le acciughe erano stelle. Fu la luna, invidiosa della loro luminescenza, a cacciarle in mare. Ecco perché tornano in superficie ogni volta, attirate dal miraggio artificiale delle lampare. Vorrebbero ricongiungersi al cielo, ma finiscono nelle reti. I pescatori di acciughe sono pescatori di stelle, in qualche modo 

Fonte

Le acciughe vengono pescate solo nelle notti in cui non vi è luna piena. La luce della luna ostacolerebbe la pesca che avviene grazie ai fari delle lampare: "Le acciughe sono pescate durante la notte. Nel buio, infatti, sono attirate da una forte luce (lampara) posta su una piccola barca che staziona in mezzo al mare; una volta attirate sotto la barca le acciughe sono accerchiate con la rete (cianciolo) e pescate" (fonte).
Questi piccoli pesci argentei e scintillanti si confondono con le stelle, dunque, (le stelle Engrauline) e a loro volta confondono le luci del firmamento cui vorrebbero tornare, con le lampare che le cattureranno (come canterà pure qualche anno dopo Mannarino ne Gli Animali). 

Perchè ogni tanto qualche compagno scompare?
Perchè è stato preso
Dalla rete del pescatore
Ma ce sarà un modo per non farsi acchiappare?
Bisogna sapé distingue
La luce delle stelle da quella delle lampare
.


Il significato di Le acciughe fanno il pallone invita a cogliere l’attimo, come suggerisce con forza l’immagine d’apertura.
Le acciughe infatti scappano in branchi, raccogliendosi in un vortice simile a un enorme pallone. Esse sono cacciate dall’alalunga (Tunnus Alalunga) e danno vita a una forma come questa riportata qui sotto:

Le acciughe fanno il pallone per difendersi dall'alalunga


É in questo frangente che il pescatore deve essere lesto e gettare le sue reti, prima che l’alalunga si divori tutti i piccoli pesci e a lui non resti nulla.

Oltre al significato del carpe diem quale grosso tema portante, credo che non sia secondario che il titolo scelto da De Andrè sia proprio il gesto collettivo di protezione che le acciughe fanno nel tentativo di fuggire alla mattanza: "fanno il pallone".

L’atto repentino del pescatore, il suo personale carpe diem per catturare l'intero branco, coincide infatti con un'altra azione del branco stesso. Le acciughe nel momento della pesca sono a ben vedere già alle prese col tentativo di scappare e il loro   "fare il pallone" è la risposta alla prima minaccia è loro fatale. Emerge dunque l'inesorabile destino delle acciughe che, per sottrarsi alla morte per mano dell'alalunga creano le condizioni per un secondo destino, altrettanto triste, che è morire per mano del pescatore.
ll pescatore in tutto questo mi sembra profondamente consapevole del 'gioco' in cui è inserito e infatti stringe forte tra le mani una bottiglia di spirito/alcool che qui mi pare possa acquisire una doppia valenza: la soluzione alcolica sarà infatti in grado di regalargli “sorso di vena dolce che liberi dal male”. Lo libererà dal male di cui si è fatto artefice, proprio come una preghiera in cui lo Spirito Santo ci libera.

É dunque un viaggio senza speranza quello dei piccoli pesci, in antitesi all’immagine delle viaggiatrici che passano sotto le reti stese al sole ad asciugare. Diversamente dalle acciughe, le viaggiatrici non si fanno catturare e in questo senso la figura femminile che evocano si fa forma icastica dell'amore fuggevole (“in mare c’è una fortuna, che viene dall’oriente, che tutti l’anno vista e nessuno la prende”).

Le acciughe fanno il pallone può forse poi far riferimento a una seconda leggenda, che proviene dal panorama delle fiabe popolari russe: Il pesciolino d'oro di Pushkin.

Accostando questa leggenda al testo di De Andrè affiora allora forse anche un'ulteriore sfumatura al significato: il desiderio incontenibile del pescatore (e dell’uomo in generale) di cogliere comunque questo momento prima che sfugga definitivamente (le acciughe, così come il pesce d’oro in grado di esaudire qualsiasi richiesta), rimanendo pur sempre un pescatore in cerca di una via per redimersi, di un “sogno che mi consola”, di una “bocca che mi innamora”. Lettura che sottolinea l'ineluttabilità della sorte del pescatore stesso e lo fa essere al pari delle acciughe. Come se Le acciughe fanno il pallone volesse significare in ultima analisi l'impossibilità, al fondo, di poter scegliere.
Immagine dell'utente ingiz | 184 Punti
18 reazioni a questo significato
Immagine dell'utente Arturo

Cosa si intende per "le viaggiatrici che passano sotto le reti stese al sole ad asciugare"?

Immagine dell'utente Mietta

É dunque un viaggio senza speranza quello dei piccoli pesci, in antitesi all’immagine delle viaggiatrici che passano sotto le reti stese al sole ad asciugare. Diversamente dalle acciughe, le viaggiatrici non si fanno catturare e in questo senso la figura femminile che evocano si fa forma icastica dell'amore fuggevole (“in mare c’è una fortuna, che viene dall’oriente, che tutti l’anno vista e nessuno la prende”).

Semplicemente magnifica! 
Immagine dell'utente Rosita | 2 Punti
0 reazioni a questo significato

Quale è per te il significato di questa canzone?

Se ti registri verrai aggiornato automaticamente sullo stato della pagina.

Testo

Nessuno ha ancora inserito il testo
Ci sono errori?

Le più visualizzate di Fabrizio De Andrè

Fabrizio De Andrè, immagine
Le altre di Fabrizio De Andrè

Discussioni

Il forum, partecipa, conosci e migliora questa piattaforma.

Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia, è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni, esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare i singoli versi delle canzoni.

L'intervento può essere fatta anche in forma anonima in modo da potersi esprimere liberamente senza imbarazzi se il tema risulta delicato o se semplicemente non ci si vuole registrare. Le volgarità non necessarie saranno invece rimosse.

Per chi invece ha intenzione di chiedere il significato di una canzone e/o ha piacere di giocare o di tenere traccia dei propri interventi sono disponibili delle pagine profilo personali e anche delle classifiche che mostrano gli utenti più attivi.

Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto.

Verranno rimosse volgarità non necessarie e se segnalati verranno corretti gli errori o elementi offensivi.

Per comunicare per il momento è possibile utilizzare Facebook o la pagina di aiuto e delle domande frequenti.