Stavo pensando a te

Video per il significato della canzone Stavo pensando a te di Fabri Fibra

Richiesto da Mario

Pubblicato 23 settembre 2017

Ultima interpretazione 21 giugno 2021

Interventi 7 · Visualizzazioni 0 · Annotazioni 4

Alessandro Descovi che muove le mani

Come vedi questo sito cerca di non ospitare banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore e i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia delle nostre attività e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Significato più votato

Quale è il significato di stavo pensando a te?
In generale non vedo un significato complicato o nascosto.
C’è un Fabri Fibra che in questo caso usa pochi giochi di parole.
Testo molto dritto al punto.
A fare una estrema sintesi si potrebbe dire che questa canzone parla di nostalgia per un amore finito.

Dalle parole personalmente percepisco che la maggiore motivazione della fine di questo amore potrebbe essere legato alla rinuncia, da parte di Fabrizio Tarducci (aka Fabri Fibra), ad avere un figlio. Anche se questa affermazione nel testo arriva in realtà nella seconda parte della canzone e si riferisce ad una sconosciuta incontrata al bar.
Forse inizialmente non avevo percepito questa differenziazione nel testo e avevo mescolato il significato in una sola matassa.

Ma cominciamo con ordine.

A salvarlo il testo dalla banalità e dalla previdibilità (percepibile dal titolo della canzone e dal ritornello) c’è il contenuto delle strofe che raccontano le sensazioni di Fibra in modo decisamente più sapido rispetto al ritornello.

Nella prima parte emerge della semplice autenticità casalinga e quotidiana.

Emerge infatti un confronto tra la vita da single e la vita in coppia.
L’elenco di “figate" iniziali sembra essere una sorta di riassunto della “vita da single”.
Non avere orari, non giustificare l’orario del proprio rientro.
Non avere nessuno che ti giudica (“sei infantile”, “sei piccolo”).

A quel punto parte il ritornello che fa emergere un forte senso di amarezza e tristezza per l’affetto perduto.
Un amarezza che porta l’autore a dire “non avremo mai dovuto incontrarci”.

Dopo questa prima parte che parla appunto della nuova vita da single, parte la seconda.

La seconda parte parla della situazione attuale.
Fibra al bar incontra delle ragazze.
Le ragazze a quanto pare sono molto disponibili.
In tal senso c’è anche un riferimento allo storico programma “Colpo grosso” di Umberto Smaila.
La descrizione continua con riferimenti all’ubriachezza, ad una donna disponibile, un rapporto sessuale privo di protezioni.
C’è insomma la descrizione di un Fabri Fibra perso nei meandri dei rapporti occasionali privi di una reale sostanza (“si dice tutto fumo e niente arrosto”).

Così verso la fine della seconda parte ritorna prepotente la nostalgia per l’amore perso che era costruito su basi più solide.

Riparte il ritornello fino alla terza strofa.
Una terza strofa che sa proprio di smarrimento.
Il testo infatti dichiara di essere davanti a una sensazione di grande confusione per via dei propri pensieri e dei propri sentimenti.

Volevo solo lasciare due note di costume riguardante il video:
Fibra in questo video mi ha ricordato enormemente il video di Vivere di Vasco.
Il giubotto di jeans potrebbe quasi essere lo stesso.
È un periodo in cui ormai si strizza sempre di più l’occhio alle persone nate negli anni ottanta vuoi per moda e vuoi anche perché siamo probabilmente i maggiori consumatori potenziali.
Tutto questo per dire che mi sembra di essere tornato indietro negli anni novanta guardando i video che girano in questo periodo.
Guardando il giubotto di Fibra è stata solo l’ultima conferma.

Ciao!

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Aggiungo a questa interpretazione ottima di Mario alcune parole dell'autore che in parte confermano quanto già scritto e dall'altro lato possono gettare ulteriore luce sul significato della canzone:

"È fin troppo vera. Non c’è una storia in particolare, è la sensazione che hai quando pensi alle storie finite da tanto. A 40 anni ne ho tante, quindi le ho buttate tutte dentro."
[..]
"Per un poco ho pensato: “Cazzo, che figata stare a casa da soli. Che figata andare al mare, mentre gli altri lavorano”. Visto che la strofa era di 32, la divido in due parti. Le prime 16 dicono: che figata. Poi realizzo che sono solo, quindi le altre 16 diventano: che fastidio. “Che fastidio guardarti mentre vado a picco, che fastidio le lasagne riscaldate nel micro”, le ho mangiate davvero, proprio quella sera che se ne era andata."

Fonte:
http://www.rollingstone.it/musica/interviste-musica/io-con-il-rap-non-centro-un-cazzo-tommaso-paradiso-intervista-fabri-fibra/2017-05-28/#Part3

Credo che queste parole gettino un ulteriore stratificazione ad un testo che in prima istanza può sembrare semplice ma che in realtà perlomeno nasconde delle vere lasagne riscaldate al microonde.

Buon appetito ?

Caricamento dei sotto commenti in corso...

La cosa più emotiva per un essere umano è il ricordo.
questo pezzo deve essere dedicato al sentimento che hai quando ricordi una cosa che non torna più, bella o brutta che sia.

Vi segnalo questo link dove Fabri Fibra spiega in prima persona il significato di questo testo e come ha costruito Stavo pensando a te.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Il conflitto interiore che divide ognuno di noi. Figata non avere responsabilità, ma che tristezza le lasagne nel micro.
Che palle quando mi dicevi di non bere troppo, ma mi ricordavi anche che quando lo faccio divento un mostro, e lo divento spesso, anche adesso mentre come sempre sto pensando a te.
Il pezzo parla di disagio interiore, quello puro e profondo, quello di tutti gli esseri sensibili.
Mi sei accanto e ti trovo insopportabile, non ci sei e non sopporto la tua assenza.

Quella sera senza condom era con lei; ci ripensa al bar in mezzo a tante tipe qualunque, magari mentre sta con una che nemmeno conosce.

Gran pezzo, evocativo e non banale.
Base adatta e curata perfettamente bravi tutti, meno pensi a vendere e piu vendi.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Credo invece che nel testo sia nascosto il significato della droga. Ad es. "Che figata in spiaggia i draghi che volano", e poi "mi sentivo strano sai perche (per il fatto che avevo assunto droga), "stavo pensando a te" (cioè alla droga che assumevo ed adesso non faccio piu)

Caricamento dei sotto commenti in corso...

segnalo qui la versione acustica di Stavo pensando a te, realizzata da Canova feat. Fulminacci.


Caricamento dei sotto commenti in corso...

Frequenti le donne più grandi perchè hai bisogno di una madre?

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Altre canzoni di Fabri Fibra

Testo

Vedi mi sentivo strano sai perché
stavo pensando a te
stavo pensando che

che figata andare al mare quando gli altri lavorano
che figata fumare in spiaggia con i draghi che volano
che figata non avere orari né doveri o pensieri
che figata tornare tardi con nessuno che chiede dov’eri
che figata quando a casa scrivo
quando poi svuoto il frigo
che fastidio sentirti dire -sei pigro-
sei infantile sei piccolo
che fastidio guardarti mentre vado a picco
sei vuoi te lo ridico
che fastidio parlarti vorrei stare zitto
tanto ormai hai capito
che fastidio le frasi del tipo -questo cielo mi sembra dipinto-
le lasagne scaldate nel micro
che da solo mi sento cattivo
vado a letto ma cazzo è mattina
parlo troppo non ho più saliva
promettevo di portarti via
quando l’auto nemmeno partiva

RIT

bella gente qui bello il posto
faccio una foto si ma non la posto
cosa volete vino bianco o rosso?
quante ragazze frate colpo grosso
non bere troppo che diventi un mostro
me lo ripeto tipo ogni secondo
eppure questo drink è già il secondo
ripenso a quella sera senza condom
prendo da bere ma non prendo sonno
c’è questo pezzo in sottofondo
lei che mi dice voglio darti il mondo
ecco perché mi gira tutto intorno
mentre si muove io ci vado sotto
ma dalla fretta arrivo presto troppo
e sul momento non me n’ero accorto
e poi nemmeno credo di essere pronto
e poi nemmeno penso d’esser sobrio
e poi un figlio non lo voglio proprio
e poi a te nemmeno ti conosco
cercavo solo un po’ di vino rosso
però alla fine vedi è tutto a posto
si vede che non era il nostro corso
si dice tutto fumo e niente arrosto
però il profumo mi è rimasto addosso

Ritornello x2

mi guardo allo specchio e penso
forse dovrei dimagrire
il tempo che passa lento
anche se non siamo in Brasile
mi copro perchè è già inverno
e non mi va mai di partire
in queste parole mi perdo
ti volevo soltanto dire

Ritornello x2

Alessandro Descovi che muove le mani

Come vedi questo sito cerca di non ospitare banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore e i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia delle nostre attività e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Altre canzoni

Tensione evolutiva
Tensione evolutiva di Jovanotti
11 interpretazioni
Terra degli uomini
Terra degli uomini di Jovanotti
11 interpretazioni
Anna e Marco
Anna e Marco di Lucio Dalla
12 interpretazioni
La Mia Signorina
La Mia Signorina di Neffa
13 interpretazioni
Diamonds
Diamonds di Rihanna
1 interpretazioni

Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia,è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni,esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare singoli versi delle canzoni.

Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto.

Verranno rimosse volgarità non necessarie e se segnalati verranno corretti gli errori o elementi offensivi.

Questo sito è stato costruito e viene mantenuto da Rubynetti.it un team di sviluppatori rails che sviluppa web app con Ruby On Rails e Vue da più di 10 anni.

Significato Canzone è un progetto di Rubynetti.it - Alessandro Descovi
P.IVA 04225940271 - Castello Venezia 3274, 30122 Venezia VE

DigitalOcean Referral BadgeLogo Badge Rubynetti - Sviluppato e programmato da Rubynetti.it