Un giorno credi, significato

di Edoardo Bennato
Significato della canzone Un giorno credi di Edoardo Bennato
  • Interventi 22 / Visualizzazioni 36044

Significato più votato

Credo sia la descrizione di un attimo di smarrimento, in un momento in cui le proprie convinzioni crollano all'improvviso e occorre molta forza per andare avanti. L'ultima strofa è quella più enigmatica ma credo che si possa interpretare così: nonostante tu sappia che occorre molta forza per riprendersi e che occorre non cedere tornando sui soliti passi, non ce l'hai fatta, sei "l'assurdo in persona". E ti sei inventato una scusa, un "falso incidente" per giustificare questo tuo atto di debolezza.

Immagine dell'utente Fernando | 27 Punti
52 reazioni a questo significato
Immagine dell'utente Anonimo
Anonimo

ma vada a da via il cu ..in milanese.ma per rispetto profondo al sud in generale soprattutto a Napoli..da milanese ti dico..ma sparati nu cazz...come puoi commentare con così superficialità un testo così profondo geniale che dovrebbe essere una religione di vita....ma .

Immagine dell'utente Anonimo
Anonimo

Allora commentalo te con profondità.

Immagine dell'utente Lauro

Ha ragione Anselmo avevo una zia a Bagnoli vicina di casa della famiglia bennato Edoardo scrisse la canzone per dedicata ad un suo caro amico morto per overdose nonostante sia stato in comunita'per tre anni quando torno'a Bagnoli bastò un istante per ricaderci quando i pochi amici che gli erano rimasti nutrivano la speranza che ne fosse fuori ma bastò poco un istante per farlo ricadere prima che morisse se qualcuno gli avesse chiesto il perché fisicamente dimostrava più anni di quanti ne aveva perché ormai consumato dall'eroina attribuiva il tutto ad un incidente mai accertato ne 'da medici né da forze dell 'ordine ecco cosa vuol dire l'assurdo in persona hai sentito che la droga stava per ucciderti ma piuttosto di tentare di salvarti hai continuato a raccontare bugie Pur di non far capire a cosa erano dovuti i suoi mutamenti fisici e che nessuno sa che lo portarono alla morte

Immagine dell'utente Lauro

Ah dimenticavo mi chiamo salvatore paesano mi zia era di Bagnoli di casa comunicante ai bennato

Immagine dell'utente Domiziano

Lauro ha dato una interpretazione che è realtà. Io la cantavo ai ragazzi eroinomani che decidevano di fare un percorso di cambiamento entrando in comunità.

Immagine dell'utente Matteo

Il testo è stato scritta da Patrizio Trampetti, non è di Bennato, anzi potrebbe essere dedicato proprio a lui, "una musica per pochi amici come tre anni fa", sembra un invito a non mollare e di continuare a credere in se stessi, e a non arrivare un giorno, invecchiati e ormai inghiottiti dalla quotidianità, a raccontare alibi di falsi incidenti perché non si è realizzato quello che si voleva realizzare

Secondo me la canzone rappresenta la paura atavica del cambiamento nell'uomo, una paura che ti colpisce quando meno te l'aspetti cioè quando "credi di esser giusto e di essere un grande uomo". A quel punto hai una scelta: buttarti nell'ignoto oppure scappare e raccontare agli altri del "falso incidente" che non ti ha permesso di cambiare. Quando una persona capisce cosa vuole dalla vita allora deve avere il coraggio di fare tutto ciò che è necessario per ottenerlo e riuscire a guardarsi allo specchio ogni giorno. Non parlo solo di obiettivi e realizzazioni personali ma anche del coraggio delle proprie idee e della definizione della propria personalità rispetto a quella degli altri. E' un po' come il concetto di fede nella religione, dobbiamo avere fede in noi stessi per fare questo salto nel buio.

Immagine dell'utente Arduino | 25 Punti
46 reazioni a questo significato
Immagine dell'utente Patrizio

Meravigliosa interpretazione

Immagine dell'utente Damiana

Sono d’accordo con questa interpretazione,bravissimo!

Secondo me è un inno ai sognatori, ad avere la forza di guardare sempre un pò più in là, perchè quello che siamo è sempre niente in confronto a quello che potremmo essere, anche se si corre il rischio di andare contromano. Come del resto recita nel memorabile verso finale de "L'isola che non c'è" : Chi ci ha già rinunciato e ti ride alle spalle forse è ancora più pazzo di te. Sull'ultimo verso sono daccordo con chi mi ha preceduto, nel senso che raccontare a tutta la gente è raccontarlo a se stesso, crearsi un alibi per non essere stato ciò che si sognava di essere.

Immagine dell'utente Giacinta | 32 Punti
18 reazioni a questo significato

Grazie a questo sito e' al significato suggerito per l'ultima strofa. L'assurdo e' il ricascarci ed il falso incidente e' la scusa. Io a suo tempo fui alcolista e il rialzarsi e il non tornar sui miei soliti passi avevono un significato chiarissimo . Era il mio inno ma non avevo dato un significato all'ultima strofa che ora capisco.

Immagine dell'utente Nunzia | 37 Punti
16 reazioni a questo significato

Secondo me avete detto tutti cose giuste ma Edoardo dedicò questa canzone ad un suo amico deceduto per overdose da eroina.
Il Falso incidente può essere visto sotto diversi aspetti: il cambio di mentalità, di aspetto fisico (denti mancanti ecc) ed è per lui falso. Non per l'assuntore di eroina è bravissimo nel raccontare bugie e raccontare falsità agli altri e a se stesso: "Questa è l'ultima, domani smetto" ecc..
Ascoltatela ora e poi mi direte, purtroppo non ho tempo di spiegarvela meglio ma lo so perché conoscevo l' amico.

Immagine dell'utente MRtongue | 1 Punti
13 reazioni a questo significato
Immagine dell'utente Alessandro67
Alessandro67

interessante credo che pochi conoscano la storia dietro al testo della canzone

Immagine dell'utente Anselmo

per chi conosce l'eroina è abbastanza chiara

Immagine dell'utente Giacobbe

Non l'ha scritta Bennato

Immagine dell'utente Nestore

Bhe!!..io credo che in poche strofe sia racchiusa anche la mia vita e quanto pare quella di molti di voi..anche io devo inventare la storia del falso incidente ma non tanto per giustificarmi ma per nascondere una verità ancor più triste e difficilmente accettabile.

io mi trovo dentro a questa situazione..sapete cosa penso? penso che la cosa più terribile che mi possa capitare è diventare l'assurdo in persona e di dover inventarmi un falso incidente.....allora non dovrò più tornare sui miei soliti passi e dovrò mettere tutta la forza che ho sui miei fragili nervi e se continuo a prendere bastonate dovrò alzarmi e rialzarmi ancora perché sono testardo e solo così c'è la potrò fare..e alzarmi la mattina e tornare a credere di essere un uomo giusto.....grazie edo!

Immagine dell'utente Sarita | 24 Punti
11 reazioni a questo significato

Quale è per te il significato di questa canzone?

Se ti registri verrai aggiornato automaticamente sullo stato della pagina.

Testo

Per annotare clicca e trascina sul testo
Ci sono errori?

Le più visualizzate di Edoardo Bennato

Edoardo Bennato, immagine
Le altre di Edoardo Bennato

Discussioni

Il forum, partecipa, conosci e migliora questa piattaforma.

Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia, è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni, esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare i singoli versi delle canzoni.

L'intervento può essere fatta anche in forma anonima in modo da potersi esprimere liberamente senza imbarazzi se il tema risulta delicato o se semplicemente non ci si vuole registrare. Le volgarità non necessarie saranno invece rimosse.

Per chi invece ha intenzione di chiedere il significato di una canzone e/o ha piacere di giocare o di tenere traccia dei propri interventi sono disponibili delle pagine profilo personali e anche delle classifiche che mostrano gli utenti più attivi.

Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto.

Verranno rimosse volgarità non necessarie e se segnalati verranno corretti gli errori o elementi offensivi.

Per comunicare per il momento è possibile utilizzare Facebook o la pagina di aiuto e delle domande frequenti.