Video per il significato della canzone Sei di Negramaro

Richiesto da Pantera

Pubblicato 18 febbraio 2013

Ultima interpretazione 16 novembre 2022

Interventi 39 · Visualizzazioni 26294 · Annotazioni 2

Alessandro Descovi che muove le mani

Questo sito come vedi questo sito cerca di non ospita banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia del nostro lavoro e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Significato più votato

Questa canzone è un monologo di un ragazzo appena uscito "tradito" da una storia. Sconvolto da come tutto ciò che sembrava vero si sia rivelato solamente una bugia. Si chiede il perché di tutto questo e se avessero un senso le emozioni che ha provato. Immagina di rivolgersi al se stesso "guarito", di guardarsi nel futuro (faccia che ancora non ha ancora cucito). Gli chiede di ricordare quella storia d'amore, quasi come se la rivivesse. Gli chiede di raccontargli come la ricorda e le emozioni che rievoca, se ha mai trovato un senso a tutto quello che ha provato, a "quei baci che hanno fatto sembrare che fossero in grado di amarsi". Non si riconosce nel "se stesso futuro" e pensa di non riuscire più a superare quel momento. Infine capisce qualcosa interverrà per cambiarlo (Ricomincia il vecchio amore? Ne inizia uno nuovo?). Capisce che non resterà per sempre quello che è, ma ritroverà un "sorriso" nuovo, che quell'evento che gli ha reso una "faccia" da "tradito" non era l'ultima trasformazione, ma ce ne saranno sempre di nuovi, e così un'infinità di "emozioni". Infine, guardando lo specchio, gli chiede di arrivare il più presto possibile e cambiare per sempre il suo volto con quello stesso sorriso che lo distingue.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me questa canzone ha una carica emotiva molto forte,e io non credo che si esaurisca nel fatto amoroso in se stesso.Comunque è inserita in un processo che percorre tutto l'album:in tutte le diverse canzoni c'è una sorta di continuità,se si analizzano i contenuti...non a caso il CD 1 si apre con "ti è mai successo"e si chiude con "solo per te", mentre " Sei" è collocata all'inizio del CD 2 (seconda traccia mi sembra) che si conclude con "E così sia".Infatti,se provate a pensare l'album un po' come ad un libro,una storia (appunto una storia semplice),le prime due canzoni sono una sorta di introduzione nella storia di Giuliano e della band,con "Sole" si entra nella storia vera e propria,che racconta di un tormento interiore,dovuto in gran parte all'amore, una crisi che comincia a farsi sentire con forza in "mentre tutto scorre" che non è lì in quel punto dell'album per caso,a mio parere.Questa tensione culmina con "Londra Brucia" , per poi andare a sfociare in atmosfere più rilassate tipiche delle ballad amorose.la tensione che sente dentro di sè Il protagonista della storia viene riversata però sulla gente che sta intorno.Egli affida il senso della propria vita ad altre persone e all'amore..."Solo per te" è emblematica in tal senso.Nel secondo CD si passa ad analizzare un cambiamento nel corso della storia...il protagonista è nuovamente addentrato in questo suo tormento interiore,ma lo tratta in maniera differente ,concentrandosi maggiormente su se stesso...ed ecco che arriviamo a "Sei"...è la storia di una vita secondo me...il bello di questa canzone è che può essere interpreta in molti modi, tutti differenti, ma alla fine,in un modo o nell'altro ogni essere umano può ritrovarsi o almeno ritrovare qualcosa di sè e della propria vita in questo pezzo.Può parlare di una storia di amore clandestina,complicata,di due amici che si innamorano dopo tanto tempo oppure anche di un amore omosessuale...o forse di tutte queste cose insieme.Comunque sia, tutte queste situazioni portano chi le vive a confrontarsi con se stesso, a cercare una soluzione dentro di sè, per capire come reagire di fronte ad una spaccatura, ad un avvenimento di fronte al quale non si può più andare avanti come prima,per cui deve avvenire per forza un cambiamento.l'uomo deve riscopre sè stesso dopo un trauma interiore ed ecco che si spiega l'apertura della canzone "ehi vuoi parlami di quando avevi un'altra faccia e andavi verso lei(...) tu sei,non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è ...di diverso da me" e poi la chiusura con " e ho capito che se mi rifletto,guardandomi in viso,non mi riconosco,ma poi un bel sorriso mi taglia la faccia e mi dico...sono identico a te"...l'uomo in questione ha subito molti cambiamenti,tanto che"non si riconosce", ma alla fine capisce di essere sempre lo stesso, e che lerisposte che aveva cercato per tutta la vita erano in realtà sempre state dentro di lui.Forse è un po' lunga, ma questa è la mia interpretazione.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

x me parla di come una relazione possa cambiarti,una relazione non standard in questo caso...nn completamente vissuta...fatta di parole non dette,di sentimenti nascosti, di "baci bugiardi" che annebiano la vista tanto"sembrano veri"..sembra quasi voler aggredire lei nel testo,scaricarle la colpa...ma lei e' tanto simile a lui dopo tutto...nn e' cambiato..si e' solo accorto di amarla....questo lo cambia...

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Credo parli di una relazione clandestina iniziata volendo mentire a se stessi fingendo di poter non innamorarsi e rimanere razionali .... Ma poi ci si innamora .... Si cambia e allora si scopre che forse non si era bugiardi prima e non lo si è ora....a volte si mente semplicemente a se stessi e si cercano le risposte che forse in fondo ci sono sempre state....

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Quasi tutti abbiamo capito, o almeno percepito, il significato di questa canzone. Ma in pochi, per non dire nessuno, hanno percepito che la canzone è prettamente autobiografica. Io la vedo così. Si parla da tempo di una presunta omosessualità di Giuliano. In questa canzone, lui parla con se stesso, mentre si guarda riflesso in uno specchio. "ehi vuoi parlarmi di quando avevi un'altra faccia e andavi verso lei"... di quando lui ha avuto una storia con una donna " e non pensavi che da quell'attimo saresti stato quel che sei"... adesso. Diverso da com'era allora. "tu sei, non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è di diverso da me". Allora andava verso "lei". Adesso ha capito che è cambiato, che se si guarda e si riflette dentro uno specchio dapprima non capiva chi fosse...ma poi all'improvviso, dopo un sorriso, capisce chi davvero è. Diverso da quello che era un tempo, ma in fondo sempre lo stesso. Sempre lui. Gli stessi occhi, lo stesso volto. " e pensare che quando tradito da tutti quei baci non mi resi conto di quanto restassi negli occhi, sul viso nell'aria...c'è una parte di te". Nonostante tante cose vissute, è sempre lui, Forse diverso. Forse cambiato. Ma è sempre lui. Io la interpreto così. Una delle più belle "poesie" che Giuliano abbia mai scritto. Un capolavoro autobiografico vero, sentito e profondo. Un racconto a se stesso, ma allo stesso tempo anche a tutti gli altri, di come, alla fine, quel che abbiamo dentro esce sempre fuori.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Credo non sia importante capire se si tratti di amore eterosessuale od omosessuale, o almeno non è questo ciò che mi colpisce. Quel che mi tocca è il modo complesso ma altrettanto lucido e diretto con cui ci parla di un qualcosa che a tutti, o a molti è capitato di vivere. Ed è capitato anche a lui e ce lo racconta. Parla della forza devastante che può avere su di noi l'amore. Un amore che forse è tale solo x noi e non per la persona che ci è a fianco. Mentre viviamo questa storia ci rendiamo razionalmente conto che sia sbagliata ma non lo accettiamo. Ci sforziamo fino a prosciugarci,a trasfigurarci x cercare di rendere reale questa illusione. Poi tutto finisce e ci troviamo completamente vuoti di fronte a noi stessi e non ci riconosciamo. Abbiamo solo una serie di domande a cui vorremmo dare delle risposte,false, perchè quelle vere ci fanno male e sono già dentro di noi. Poi arriva un momento in cui guardandoci negli occhi improvvisamente ci riconosciamo,nonostante le "rughe" che tutto questo ha prodotto sul nostro corpo e sulla nostra anima. E allora tutto scompare,le domande e le risposte perdono ogni importanza. Siamo sempre noi,con il nostro nuovo,vecchio sorriso.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Io ho pensato ad una canzone dedicata ad un uomo, che ha fatto una scelta di vita, lasciando lui e preferendo la banalità del ''normale''... forse sbaglio, ma quando la ascolto penso a questo...

Caricamento dei sotto commenti in corso...

secondo me parla di se stesso e di come è cambiato negli anni.Parla dei baci,ma non è davvero al bacio in se per se che vuole riferirsi.Cita lo specchio ed io credo che sia lì il segreto di questa canzone...nella nostra immagine riflessa che è cambiata nel tempo!

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me parla di come lui è stato cambiato dalla storia con questa ragazza ma poi conclude dicendo che si riconosce...che è sempre stato lui solo che magari si vedeva in modo diverso :)

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Per me, la canzone parla dell'amore nato tra un amico e un amica storici. Succede qualcosa tra di loro.. vanno avanti per un po, all'inizio sembra una cosa incredibile poi lei cambia e lui si chiede il perchè:

"e pensare a quanto tradirono tutti quei baci che tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridare per convincerci che di amarci noi non ne saremmo mai stati capaci e allora tu spiegami dei nostri baci il senso e se un senso lo trovi dimmi almeno qual è dimmi se c'è..."

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Una storia d'amore, vissuta dapprima con la gioia euforica dell'innamoramento, poi, l'amore. Finisce da parte di lei...forse non era neppure iniziata, era stata solo un'avventura. Non saper reagire alla fine di un amore e sprofondare. Lui si guarda allo specchio, non è passato tanto tempo da quella fine, non si riconosce più. Vorrebbe da lei spiegazioni che, quando finisce un amore, non ci sono... Il dolore è tanto perché, questa storia, per lui, è costata un cambiamento, e non in meglio. Certe storie ti tolgo tanto ed il protagonista si è consumato per un amore di cui non ha capito il senso ed è rimasto a terra. Questa è la mia interpretazione visto che mi ci sono rispecchiata ed anche io sono caduta rovinosamente a terra. Canzone bellissima e interpretazione meravigliosa.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

...secondo me è stupenda proprio perchè parla di amore omosessuale....improvviso,travolgente ma assolutamente da nascondere ....si capisce dalle primissime battute!

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Il significato di questo brano non e'poi così tanto difficile da decifrare,io credo che sia semplice e stupendo...si parla di un'amore da tenere nascosto,ben custodito come il più dolce dei segreti..si parla di quanto lui o lei siano coinvolti dall'altra persona,da quanto l'hanno cercata anche guardandosi ad uno specchio che non riesce a rispondere per paura di farsi del male..questa canzone e'meravigliosa,come meraviglioso e'l'uomo che un giorno in una telefonata me l'ha dedicata..a te tutto il mio cuore

Caricamento dei sotto commenti in corso...

La mia interpretazione diciamo che è molto...fantasiosa,ecco. Per me un giorno un uomo si guarda allo specchio e vede il proprio riflesso che però non riconosce. Allora è come se parlasse con se stesso,al suo riflesso. ''ehi vuoi parlarmi di quando avevi un'altra faccia e andavi verso lei e non pensavi che da quell'attimo saresti stato quel che sei.tu sei non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è di diverso da me.'' Poi parla come se per lui fosse stato un gioco stare con questa ragazza,quando dice ''e pensare a quanto tradirono tutti quei baci che tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridare per convincerci che di amarci noi non ne saremmo mai stati capaci e allora tu spiegami dei nostri baci il senso e se un senso lo trovi dimmi almeno qual è dimmi se c'è... '' come se lui già allora non si riconoscesse,e per questo non riusciva a credere al rapporto creatosi tra lui e la ragazza. Dopo di che fa: ''ehi,vuoi ascoltarmi,ho ancora altre facce da indossare tu chi sei, non mi assomigli tra quelle che ho cucito e non ricordo più chi sei tu sei non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è di diverso da me...'' come se lui avesse varie personalità da lui create,magari fatte per motivi specifici o per ingannare qualcuno (es.fingendosi un duro o cose simili) ma alla fine diventando qualcuno che non aveva premeditato di diventare. Allora si specchia sperando di riconoscersi almeno nell'aspetto fisico. E alla fine quando fa:e pensare che quando tradito da tutti quei baci non mi resi conto di quanto restassi negli occhi, sul viso, nell'aria c'è una parte di te e ho capito che se mi rifletto guardandomi in viso non mi riconosco ma poi un bel sorriso mi taglia la faccia e mi dico sono identico a te...'' come se si fosse accorto che alla fine lui era rimasto quel che era all'inizio. E poi quel ''ehi,vuoi cambiarmi...'' come se volesse tornare quel che era prima... Mi raccomando,fatemi sapere quel che vi pare,anche se magari è una baggianata.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Io penso che il protagonista abbia condiviso una passione intensa con un/a uomo o donna. Ad un certo punto lui comincia a tirarsi indietro, ad avere dei dubbi; non riconosce, uguale a se, quella persona con vui aveva condiviso tutte quelle passioni. La vede come diversa da lui e questo lo tormenta. Alla fine capisce che, anche se apparentemente diversi, sono simili perché si amano.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me l'unica relazione di cui parla è quella con se stesso... Parte iniziale dice che non saresti stato più quel che sei... Quando parla de "i nostri" baci secondo me si riferisce a se stesso... Magari cose che si rifiutava di vedere e che quindi gli impedivano di vedere la verità, la realtà, li chiama baci rubati... Parla di maschere e specchi (presenti anche nel videoclip)... Sei quello che vedo, un riflesso che non riconosco; che non mi appartiene... ecc... ;) POESIA!!!

Caricamento dei sotto commenti in corso...

....per me parla della mia storia... parla di un tradimento accaduto x divertimento e x gioco, ma poi uno dei due amanti (io) comincia a provare un sentimento forte x quella persona... ma capisce che con l'amante non potrà mai nascere nulla di serio...e incomincia a cambiare il suo comportamento che cerca di nascondere in particolare al suo partner...alla fine capisce che persona è diventata e che non riuscirà mai a dimenticare quello che è stato con il suo amante...

Caricamento dei sotto commenti in corso...

secondo me parla di due amici di quel bacio sussurrato ma mai avvenuto..o avvenuto ma morto li sul nascere per paura di rovinare un amicizia...quando parla dei baci bugiardi parla dei baci mai vissuti ...poi prendono strade diverse ma il pensiero è sempre a lei..a quel bacio, a quello che poteva essere e alla fine capisce...lui ha sempre voluto lei ma non era pronto ad ammetterlo a se stesso... tutto assume quel senso di completezza...ecco perchè finalmente guardandosi allo specchio sorride...e dice sono identico a te...perchè capisce che lei ha sempre fatto parte di lui solo che NON LA VEDEVA.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Ogni volta che penso alla mia storia con Marco, lui le sue scelte, i nostri baci il nostro amore, e poi la suua scelta, il modo sbagliato che abbiamo avuto di volerci bene e di dimostrarcelo, la differenza d'età, e il male passato dopo l'addio, i ritorni e poi il tradire se stessi con la quotidianità che non è l'amore che avremmo voluto inieme

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me parla di se stesso e di come non si riconosce nella persona che é diventata

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Storia di se stesso nel tempo riflessa in uno specchio, stop.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

"Un'altra faccia e andavi verso lei". Ho letto spesso che è un evidente segnale della sua omesessualità vera o presunta, ma non c'entra niente o comunque poco importa perchè quando ci relazioniamo con chiunque ogni singola volta noi indossiamo una maschera, ma non quella della falsità semplicemente quella del compromesso e il compromesso ti blocca la via per il vero te stesso ecco perchè "un'altra faccia" ma le relazioni hanno questo scopo lo scopo non di conoscere qualcun'altro ma SEMPRE E SOLO noi stessi e infatti dopo dice "ma non pensavi che da quell'attimo saresti stato quel che sei" perchè la vita è contraddittoria ed anche se mentre ti stavi relazionando impedivi (a causa del compromesso) il vero te stesso di uscire, allo stesso tempo stavi dando al vero te stesso ancora un altro mano per uscire... poi "tu sei non sei,tu sei non sei ..."

Uno, nessuno, centomila Pirandello.

"Tutti quei baci tradirono e tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridarci per convincerci che di amarci.." (forse qua voleva dire "saremmo stati capaci" ma dice "che di amarci non ne saremmo mai stati capaci" perchè poi la realtà è quella che è avvenuta ovvero essere stati incapaci di amarsi infatti ci si è lasciati andare perchè non si ha più nella da dare) i baci tradirono perchè attraverso lo scambio relazionale lui prende qualcosa di te e tu di lui è come derubarsi a vicenda perciò baci bugiardi e traditori!

Nella seconda strofa sembra che lui stia ricominciando da capo infatti il tono è più euforico, curioso sembra che sia arrivato qualcun'altro da cui imparare, rubare e a cui dare poi questo gli assomiglia gli ricorda il se stesso di prima della relazione precedente o magari di quella prima ancora.. comunque gli ricorda qualcuno che è sempre lui...mano mano noi impariamo sempre di più di noi stessi e quindi degl altri perciò scorge qualcosa un particolare a cui aggrapparsi per poi costruire qualche altro pezzo del puzzle poi vabbè Giuliano manda spesso in confusione perchè spesso sembra stia parlando a qualcuno invece parla a se stesso infatti sempre qui nella seconda strofa "tra le facce che ho cucito e non ricordo più CHI SEI (nella sua testa è CHI SONO)". Poi i baci sembravano veri perchè ogni volta ci si illude di appartenere davvero a qualcuno,di fondersi davvero con l'altro ecc...invece è solo la passione e la foga che l'altro ci emana magneticamente perchè ha quello che ci serve e che dobbiamo assolutamente prenderci , ma da inconsapevoli diciamo... è AMORE......... alla fine lui dice SONO INDENTICO A TE ecco ha finito ha preso tutto ora si continua..così via fino alla morte del "corpo" ma non della vita...

Caricamento dei sotto commenti in corso...

"ehi vuoi parlarmi di quando avevi un'altra faccia e andavi verso lei e non pensavi che da quell'attimo saresti stato quel che sei "Secondo me parla di una storia complicata...questa parte mi fa pensare a due persone che stanno insieme ma l'altra persona ha tradito...aveva un'altra faccia e andava verso lei..cioe l'altra..e non pensava che poi sarebbe cambiato tutto...e lui chiede d spiegargli..vuole capire il senso dei baci che lui gli dava quando tornava...quei baci che non trovavano fine...che anche lui poi aveva altre facce...e si domanda come possa nascere un inizio da tutto questo casino...erano convinti forse di non esser capaci ad amarsi..ma poi non era cosi...alla fine si capisce che questi eventi hanno cambiato anche lui che non e' tanto diverso dall'altra persona..e si arrende

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Come il 90% delle canzoni dei Negramaro anche questo è un melodramma sulla fine di una relazione. Dopo un pò li trovo stucchevoli peccato perchè altre canzoni sono già più interessanti.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo la mia interpretazione questa canzone intanto è un dialogo tra lui e il suo riflesso nello specchio. Parla forse di una relazione che era iniziata un po’ per “gioco”, non c’era coinvolgimento emotivo (almeno da parte di lui) infatti all’inizio dice “vuoi parlarmi di quando avevi un’altra faccia e andavi verso lei, e non pensavi che da quell’attimo saresti stato quel che sei”. Infatti poi dice “tutti quei baci che tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridare per convincerci che di amarci noi non ne saremmo mai stati capaci” come se si volessero convincere di questo (può essere anche un amore impossibile, una relazione che non doveva esserci). Poi però è una storia che in realtà lo cambia, infatti dice parlando a se stesso “Ho ancora altre facce da indossare, tu chi sei?
Non mi assomigli, tra quelle che ho cucito“ e si accorge che è diventata una persona molto importante per lui e c’è più coinvolgimento di quanto pensasse (“E pensare che quando tradito da tutti quei baci 
Non mi resi conto di quanto restassi 
Negli occhi, sul viso, nell'aria 
C'è una parte di te“). Quindi alla fine capisce che questa relazione lo rende felice davvero e nonostante sia cambiato si riesce a riconoscere se pensa a questa persona e a quello che hanno insieme.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me parla di un ragazzo che cerca di trovare il senso di quello che l'ha fatto stare bene quando l ha vissuto ma che poi ha perso poichè la storia tra lui e la ragazza è cambiata. Quindi parla di come quei baci l'hanno tradito e che erano bugiardi anche se sembravano veri. Poi chiede a lei se hanno avuto un senso e chi lei sia in realtà perchè non accetta come mai quello che li univa non ci sia più. Chiedendo a lei " chi sei" come a dire la ragazza di prima era una persona che mi voleva stare accanto mentre ora chi sei? cosa cerchi? cosa vuoi? Riconosce che è difficile capire chi sia lei perchè non riesce a capire neanche se stesso allo specchio. Alla fine capisce che il sorriso semplicissimo della ragazza toglie tutti i dubbi e perplessità e che infondo è una bellissima persona e quindi si rivede in lei. E' una canzone incantevole non c'è colpa nei rapporti, non c'è vincitore ma solo uomini e donne grati per le belle cose vissute insieme e che alla fine basta lasciarsi andare ricordando con un sorriso le emozioni provate e riconoscere che a volte il ricordo è la meraviglia delle cose che ci succedono e che nulla resta per sempre ma a suo modo può essere rivissuto semplicemente ricordando.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Ho letto diversi (anche troppi) commenti sul significato di tale canzone.
Incredibile ed assurdo come possano esistere tanti precari che credono di sapere ma nulla sanno.
Questo poema è stato creato, da Giuliano, pochi mesi dopo la morte di suo padre Gianfranco ed a lui interamente dedicata.
P.S: Giuliano non è omosessuale.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me il testo raffigura un uomo che parla a se stesso, un uomo che decide di andare verso una donna, consapevole ma allo stesso tempo inconsapevole del fatto che quel momento possa cambiare e rivoluzionare la sua vita, in un modo o nell'altro, un uomo che ha sempre avuto una certa metodologia di pensiero, sopratutto nei confronti della persona con cui stava, e che adesso, di fronte alla possibilità concreta di incontrare una ragazza magnifica, se ne frega di tutto quello che possa succedere per, vivere lei, per vivere l'inizio di una nuova vita.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Io ho interpretato questa canzone in modo molto diverso. Secondo me il testo può riferirsi anche ad una "relazione" un po' difficile, appena incominciata. Parla di due persone che si sono incontrate ed hanno capito di piacersi, di sentirsi complici ed hanno provato a stare assieme ma lui alla fine è tornato da "LEI" (la sua ex) mentendo e illudendo la ragazza che aveva incominciato a frequentare, per cui lei chiede spiegazioni di tutti quei baci bugiardi e di tutto quel sentimentalismo che egli ci metteva nella loro frequentazione, poiché lei ha capito di essere tremendamente innamorata, nonostante tutto. Obiettivamente però, credo sia una canzone autobiografica.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Dedicata al padre scomparso....

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me racconta di un uomo che , mentre si guarda allo specchio, riflette sulla sua vita... Inizia con il raccontarci di quanto la prima persona che ha incontrato ed amato le abbia cambiato la vita e, fondamentalmente anche una parte di lui. ----tu sei non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è di diverso da me ---- questo dimostra , a parere mio una conversazione con l'immagine di lui allo specchio.

----e pensare a quanto tradirono tutti quei baci che tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridare per convincerci che di amarci noi non ne saremmo mai stati capaci e allora tu spiegami dei nostri baci il senso e se un senso lo trovi dimmi almeno qual è dimmi se c'è... ----- questo, invece rappresenta la loro voglia di stare insieme invece che raccontarsi cosa uno pensava sull' altro e come reputavano la loro relazione.

----ehi vuoi ascoltarmi ho ancora altre facce da indossare tu chi sei, non mi assomigli tra quelle che ho cucito e non ricordo più chi sei tu sei non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è di diverso da me ---- qui, prosegue il dialogo e capisce di non aver finito ciò che lui può essere.. può ancora concepire nuove sensazione ed apprendere nuove cose

----e pensare che quando rapirono tutti i pensieri quei baci bugiardi sembravano veri intanto impedivano a noi di convincerci che non avremmo mai visto la fine di tutti quei baci perché senza fine li avremmo rubati di questo che tu ora mi dai l'inizio qual è? ----- Qui si capisce che lui è stato tradito e che anche questo gli ha permesso di individuare di lui che persona voglia essere... e non riesce a darsi delle risposte.

...ehi quello che vedo sei un riflesso che non m'appartiene non mi riconosco tu, specchio, sai dirmi almeno chi sei? quello che vedo sei... sulla bocca assaporo i tuoi baci negli occhi rivedo i tuoi occhi e capisco finalmente chi sei ... Ripensando ad alcuni comportamenti, alcune parole, lui non si riconosce...poi si guarda meglio e, osservando i suoi occhi ritrova in lui quella persona che era prima, facendoci osservare che gli occhi non ci nascondono nulla e che attraverso essi possiamo capire tutto.. infatti la nostra anima è nascosta nei nostri occhi e nei nostri sguardi...

e pensare che quando tradito da tutti quei baci non mi resi conto di quanto restassi negli occhi, sul viso, nell'aria c'è una parte di te e ho capito che se mi rifletto guardandomi in viso non mi riconosco ma poi un bel sorriso mi taglia la faccia e mi dico sono identico a te --- Poi, prosegue , affermando che tutto ciò che viviamo si racconta attraverso i nostri occhi, che non possono mentre, a differenza di un ipotetico finto sorriso...

ehi vuoi cambiarmi... La fine della canzone si conclude così... secondo me come dire che l'altra persona che incontrerà potrà nuovamente farlo ricredere su se stesso ed eventualmente ... cambiarlo. E' come se non fosse colpa sua .. è come se fosse colpa delle persone che sono in grado di cambiarlo e di manipolarlo... Mia interpretazione. Tizifan bimbaDentro

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Penso proprio che questo brano parla del cantante stesso! Nel vedersi cambiato, nel vedersi evoluto, appunto nel andare avanti e vedere una " nuova faccia".

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me in questa canzone il protagonista dialoga con sé stesso allo specchio chiedendo chi sei tu? perché dopo aver conosciuto questa donna è diventato quel che è realmente, questo amore (probabilmente clandestino o omosessuale)gli ha fatto scoprire la sua vera essenza(vuoi parlarmi di quando avevi un altra faccia e andavi verso Lei e non pensavi che da quell attimo saresti stato quel che Sei) all inizio non si riconosce vede che quell immagine riflessa gli assomiglia  ma non ne è convinto perché è diversa da tutte le "maschere "che fino ad allora aveva indossato(mi assomigli tra quelle che ho cucito e non ricordo più chi sei)
Ma i baci gli hanno aperto gli occhi e gli hanno fatto capire chi è veramente, tradito dai baci significa smascherato( quando tradito da tutti quei baci non mi resi conto di quanto restassi negli occhi sul viso nell aria c e una parte di te) prova a negarlo fino alla fine ma poi un sorriso si dipinge sul suo volto perche finalmente si riconosce.( e ho capito che se mi rifletto guardandomi il viso non mi riconosco ma poi un bel sorriso mi taglia la faccia e mi dico SONO IDENTITCO A TE)
È una poesia pura, un inno all amore e al potere che ha di fare uscire la parte più vera di noi.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me parla dei cosiddetti "specchi", i nostri doppi con cui a volte veniamo in contatto nella vita. I gemelli astrali, chiamateli come volete, di cui ci innamoriamo perdutamente ma altro non facciamo che innamorarci di noi stessi dopo un periodo di depressione. Queste persone entrano nella nostra vita burrascosamente e altrettanto velocemente se ne vanno, lasciandoci poi al finale della canzone quando chi canta sente il bisogno di un cambiamento, e la chiave è stata proprio quel "sei".

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Colui o colei che parla da protagonista, spiega la propria storia arrivata alla fine per colpa di un tradimento subito, e lo si capisce da tutti i riferimenti fatti nella canzone," baci falsi-tu non sei piú quel che eri un tempo-ora sei quel che c'è di diverso da me" ... quindi da ció si evince la consapevolezza del torto subito,del non rispetto avuto dalla propria altra metá, dell'umilazione subita e consapevolmente accettata. Quasi come uno sfogo cantato costretti ad accettare. Ad accettare xke? Xke accettare e sfogarsi come se si avessero le mani legate? La parte finale lascia un dubbio:" ma poi un bel sorriso mi taglia la faccia e dico sono identico a te". Forse x questo si é accettato il tradimento. Xke si é identici anche nel tradire. Sará una canzone da vittima, ma forse anche da chi la vendetta la serve fredda e, indirettamente, lo sta ammettendo.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Storia di sesso che cambia ?

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Secondo me lui in questa canzone parla con se stesso...é semplice da comprendere..amo questa canzone :-*

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Io credo che in questa canzone,lui voglia parlare a suo padre che magari non accetta che suo figlio sia omosessuale e questa canzone appare come un dialogo col padre. Come hanno scritto alcuni la canzone è esplicitivamente dedicata ad un uomo per esempio può essere suo padre.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Dalle prime battute parla di un'amore omosessuale, fra due uomini e di come il lui a cui é dedicata la canzone sia cambiato dopo aver conosciuto e deciso di stare una donna.

Caricamento dei sotto commenti in corso...

Argomenti

Altre canzoni di Negramaro

Testo

ehi vuoi parlarmi di quando avevi un'altra faccia
e andavi verso lei e non pensavi che da quell'attimo saresti stato quel che sei

tu sei non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è
di diverso da me

e pensare a quanto tradirono tutti quei baci
che tolsero via dalle bocche le frasi che avremmo voluto gridare
per convincerci che di amarci noi non ne saremmo mai stati capaci
e allora tu spiegami dei nostri baci il senso
e se un senso lo trovi dimmi almeno qual è
dimmi se c'è...

ehi vuoi ascoltarmi
ho ancora altre facce da indossare tu chi sei,
non mi assomigli tra quelle che ho cucito e non ricordo più chi sei tu sei non sei più quel che eri un tempo e ora sei quel che c'è
di diverso da me

e pensare che quando rapirono tutti i pensieri
quei baci bugiardi sembravano veri
intanto impedivano a noi di convincerci che non avremmo mai visto la fine di tutti quei baci perché senza fine li avremmo rubati
di questo che tu ora mi dai l'inizio qual è?

ehi quello che vedo sei
un riflesso che non m'appartiene
non mi riconosco
tu, specchio, sai dirmi almeno chi sei?
quello che vedo sei...
sulla bocca assaporo i tuoi baci
negli occhi rivedo i tuoi occhi e capisco finalmente chi sei

e pensare che quando tradito da tutti quei baci
non mi resi conto di quanto restassi negli occhi,
sul viso, nell'aria c'è una parte di te
e ho capito che se mi rifletto guardandomi in viso
non mi riconosco
ma poi un bel sorriso mi taglia la faccia e mi dico sono identico a te

ehi vuoi cambiarmi...

Alessandro Descovi che muove le mani

Questo sito come vedi questo sito cerca di non ospita banner troppo invadenti (a parte la mia faccia!) e per sostenersi usa un banner nella parte superiore i link affiliati.

Se vuoi supportare questo sito puoi acquistare alcuni di questi prodotti che ti consiglio perché li uso e/o mi sono stati utili

  • L'era della Dopamina di Anna Lembke è una riflessione che individua le problematicità che derivano dall'uso dei media digitali e individua alcune possibili soluzioni e racconta nel dettaglio i meccanismi psicologici che permettono di produrre dopamina nei modi più inaspettati
  • Deep Work di Cal Newport è una riflessione sulla concentrazione e sulla capacità di lavorare in modo profondo li Hosting su DigitalOcean
  • Momento.cc la piattaforma per la gestione del tempo che abbiamo creato a lavoro e che usiamo ogni giorno per tenere traccia del nostro lavoro e che aiuta a fornire il giusto valore al tuo tempo

Grazie per il tuo supporto!

Altre canzoni

L'essenziale
L'essenziale di Marco Mengoni
11 interpretazioni
La Mia Signorina
La Mia Signorina di Neffa
13 interpretazioni
Anna e Marco
Anna e Marco di Lucio Dalla
12 interpretazioni
Terra degli uomini
Terra degli uomini di Jovanotti
11 interpretazioni
Cuccurucucu
Cuccurucucu di Franco Battiato
37 interpretazioni
Diamonds
Diamonds di Rihanna
1 interpretazioni

Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia,è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni,esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare singoli versi delle canzoni.

Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto.

Verranno rimosse volgarità non necessarie e se segnalati verranno corretti gli errori o elementi offensivi.

Questo sito è stato costruito e viene mantenuto da Rubynetti.it un team di sviluppatori rails che sviluppa web app con Ruby On Rails e Vue da più di 10 anni.

Significato Canzone è un progetto di Rubynetti.it - Alessandro Descovi
P.IVA 04225940271 - Castello Venezia 3274, 30122 Venezia VE

DigitalOcean Referral BadgeLogo Badge Rubynetti - Sviluppato e programmato da Rubynetti.it