Sono fatto al contrario

Video per il significato della canzone Sono fatto al contrario di Roman

Richiesto da Martina

Pubblicato 12 settembre 2014

Non ci sono ancora interpretazioni, lasciane una tu!

Interventi 0 · Visualizzazioni 0 · Annotazioni 0

Altre canzoni di Roman

    Testo

    Erano gli anni '50, andavo alla Standa insieme a mammà,
    Mi apparve un angelo e disse: "Tuo tutto questo un bel giorno sarà!"
    Tornato a casa, nel bagno, ebbi un altro segno del Fato creator:
    La mano prese lo spunto e mi trovai unto da Nostro Signor

    Mi sono fatto da solo, sull'elicottero volo,
    Ma non disdegno la nave, ricordo soave della gioventù
    Mi sono fatto da solo, mi sono alzato dal suolo,
    Mi sono fatto i cartelli con tutti i capelli che ormai non ho più

    Anni '60 moderni: allestivo gli esterni del mio kolossal,
    Ma con cinque o sei palazzine non potevo neanche comprarmi la Spall
    Sui ponti delle crociere passavo le sere a cantar "La vie en rose",
    Marcello, sotto la coppola, diceva: "Minchia, jè nostra 'sta ccos!"

    Mi sono fatto da solo, sull'elicottero volo,
    Ma non disdegno la nave, ricordo soave della gioventù
    Mi sono fatto da solo, mi sono alzato dal suolo,
    Mi sono fatto i cartelli con tutti i capelli che ormai non ho più, uè!

    Un murator Venerabile disse: "Sei abile, vieni tra i miei!
    Ecco il cappuccio e la tessera numero uno-otto-uno-sei"
    Poi anni di trucchi e di inganni, indicibili affanni, ma niente di ché:
    Davo una mano a Bettino, ospitavo mafiosi, pagavo lacchè

    Mi sono fatto da solo, sull'elicottero volo,
    Ma non schifo il motoscafo, da cui mangio a sbafo, facendo l'off shore
    Mi sono fatto da solo, mi sono alzato dal suolo,
    Mi sono fatto sei reti tra trucchi e decreti da grande editor!

    Regalo immagini e suoni e tutti vi tengo buoni,
    Ho dato un posto importante ad ogni brigante che mente per me
    Mi son comprato un paese di gente che fa le spese,
    E va al lavoro contenta, sognando villazze e pensioni da re...

    Ed ora che sono il padrone di questa nazione e comando il vapor,
    Ho sistemato i miei conti e c'è un branco di tonti che mi crede ancor
    Se dico che:

    Mi sono fatto da solo, sull'elicottero volo,
    Ma non disdegno la nave, ricordo soave della gioventù
    Mi sono fatto da solo, mi sono alzato dal suolo,
    Mi sono fatto i cartelli con tutti i capelli che ormai non ho più

    Eh eh!

    Mi sono fatto da solo, sull'elicottero volo,
    Ma non disdegno la nave, ricordo soave della gioventù
    Mi sono fatto da solo, mi sono alzato dal suolo,
    Mi sono fatto i cartelli con tutti i capelli che ormai non ho
    Mi sono fatto i cartelli con tutti i capelli che ormai non ho
    Mi sono fatto i cartelli con tutti i capelli che ormai non ho più!!

    Altre canzoni

    Anna e Marco
    Anna e Marco di Lucio Dalla
    12 interpretazioni
    L'essenziale
    L'essenziale di Marco Mengoni
    11 interpretazioni
    Cuccurucucu
    Cuccurucucu di Franco Battiato
    37 interpretazioni
    Terra degli uomini
    Terra degli uomini di Jovanotti
    11 interpretazioni
    La Mia Signorina
    La Mia Signorina di Neffa
    13 interpretazioni

    Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia,è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni,esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare singoli versi delle canzoni.

    Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto.

    Verranno rimosse volgarità non necessarie e se segnalati verranno corretti gli errori o elementi offensivi.

    Questo sito è stato costruito e viene mantenuto da Rubynetti.it un team di sviluppatori rails che sviluppa web app con Ruby On Rails e Vue da più di 10 anni.

    Significato Canzone è un progetto di Rubynetti.it - Alessandro Descovi
    P.IVA 04225940271 - Castello Venezia 3274, 30122 Venezia VE

    DigitalOcean Referral BadgeLogo Badge Rubynetti - Sviluppato e programmato da Rubynetti.it