Parla più piano, significato

di Placido Domingo
Significato della canzone Parla più piano di Placido Domingo
  • Interventi 1 / Visualizzazioni 2203

Significato più votato

Durante l'estate 1972, nell'ambiente discografico c'è fermento per il tema del Padrino. Si sa per certo che sarà un successo. I presupposti ci sono tutti: un grande film, grandi attori e tratto da un best seller. Una pubblicità senza pari.
Gianni Morandi chiede subito alla casa editrice della canzone di incidere il disco in italiano, ma la stessa idea viene ad altri. Tre nomi su tutti, Ornella Vanoni, Gianni Morandi e Johnny Dorelli. Alla fine, tra versioni strumentali e versioni cantate ci sono in giro qualcosa come venti singoli.
Il film è in uscita il 21 settembre, ma già a Ferragosto tutti i jukebox suonano quel tema malinconico che sa di antico, di emigranti e di un'Italia lontana nel tempo. Il tema non è stato composto in occasione del film: il maestro Nino Rota lo elabora a partire da una sua composizione per banda, già edita molti anni prima e passata quasi inosservata.

Il brano arriva primo in classifica, e come cani intorno all'osso si sbranano, a colpi di copie vendute, alcuni dei cantanti più importanti o in attesa di rilancio. Ma, a dispetto di ciò, il pubblico mostra di preferire un'esecuzione strumentale, e la versione che viene trasmessa per molte settimane da Lelio Luttazzi come canzone regina della Hit Parade sarà quella degli italo-americani Santo e Johnny.

Immagine dell'utente Olo | 24 Punti
1 reazione a questo significato

Quale è per te il significato di questa canzone?

Se ti registri verrai aggiornato automaticamente sullo stato della pagina.
Ci sono errori?