Significato Canzone


Significato Canzone dove puoi contribuire, conoscere e scoprire i significati dei testi delle canzoni.
Non trovi una canzone? Registrati e inseriscila subito!

Un uomo e una donnabsi incontrano,entrambi hanno perso i coniugi;sono entrambi vittime della vita che ha scelto per loro; nei loro cuori, uno squarcio incolmabile............eppure qualcosa accade.....un nuovo pensiero, una nuova speranza, un'altra possibilita'......

Leggi tutto il significato ...

Autobiografico, i brani che suonava da ragazzo con l'orchestrina o con la chitarra per qualche ragazza, rimembranze dei tempi del liceo e il tempo che passa, cambiando le abitudini ( stilografica, rasoio ) e il repertorio... Grande!

Leggi tutto il significato ...

Forse non è una vera storia d'amore, non devono nascondersi dal giudizio o gli sguardi degli altri, sono solo due persone che si sono incontrate e hanno provato qualcosa di diverso, più morboso e che ha portato in entrambi la voglia di dire basta , un basta difficile come è difficile staccarsi da tutte le cose che desideriamo ma che ci feriscono a lungo termine, e si finisce a chiedere sempre un ultimo bacio come si accende l'ultima sigaretta

Leggi tutto il significato ...

Ho inserito questo commento anche su Wikipedia.

Parlando del naufragio della London Valour è una canzone "difficile", con un testo volutamente slegato dalla musica e recitato; il tema del titolo, il naufragio della London Valour, è nascosto in una storia apparentemente "favolistica", costruita sulla libera associazione di idee, in un testo in cui si trovano anche riferimenti alla realtà politica degli anni settanta, i cosiddetti anni di piombo.Va letta come seguito di Storia di un impiegato e anticipazione di La domenica delle salme, e insieme ad altri testi di Rimini, tra cui l'omonima canzone title track, ma anche Coda di lupo e Andrea.

Il naufragio della London Valour, evento reale accaduto a Genova nel 1970 con protagonista una nave inglese mercantile, in tal senso, potrebbe essere una metafora dell'intera società italiana di quel periodo. Tra l'altro, l'intenzione di De André era quella di descrivere i comportamenti della massa, rappresentati in questo caso dagli abitanti della zona portuale di Genova, che quando si imbatte in una sciagura altrui vi assiste spinta dal solo movente della curiosità.

Il testo è volutamente criptico (a differenza di altri brani a sfondo politico dell'album), più in sintonia con lo stile di Bubola che quello di De André (forse è una delle canzone di De André di interpretazione più ardua, assieme a quelle composte con De Gregori in Volume 8), e maschera così le accuse più dirette al potere costituito, che avevano fruttato critiche al cantautore nel caso di Storia di un impiegato, che pure faceva ampio uso dell'ambientazione onirica e simbolica. Esso è da collegare anche alla precedente canzone Coda di lupo, della quale è l'ideale continuazione (dopo che il potere e le stragi hanno distrutto la contestazione pacifica degli studenti, quello che rimane è solo il terrorismo delle Brigate Rosse a gruppi affini che conduce al naufragio, accennato nella frase "i marinai uova di gabbiano piovono sugli scogli", e la droga, già accennata nel finale di Coda di lupo - con un cucchiaio di vetro scavo nella mia storia, e in altri testi - e anche in questa canzone: "i marinai foglie di coca digeriscono in coperta").

Secondo l'intepretazione di alcuni critici tra cui Cesare G. Romana, non confermata dagli autori, rappresenterebbe la realtà di fine anni '70; ad esempio lo smantellamento dei gruppi di lotta armata, l'anno in cui i sogni rivoluzionari si scontrarono con la dura realtà (il sequestro Moro, le leggi speciali, ecc.) che nel giro di un decennio avrebbe portato alla pace terrificante di cui si parla ne La domenica delle salme (1990), in cui De André ritorna sull'argomento del "colpo di Stato silenzioso"; vi è un possibile riferimento a Carlo Alberto Dalla Chiesa (o ad altre figure politiche e militari del periodo) e a una squadra di 9 assistenti, anche se in realtà il Nucleo Speciale Antiterrorismo era diretto da dieci ufficiali carabinieri, non da nove ("il macellaio mani di seta si è dato un nome da battaglia / tiene fasciate dentro il frigo nove mascelle antiguerriglia / ha un grembiule antiproiettile tra il giornale e il gilè"; da ricordare che Dalla Chiesa venne anche accusato, prima della sua tragica fine ad opera della mafia, di far parte della loggia P2, e il grembiule è parte dell'abbigliamento dei massoni, come gli scacchi citati dopo sono un possibile riferimento ai pavimenti dei templi massonici; mascella è inoltre il soprannome dato a Mussolini nella canzone di De Gregori-De André Le storie di ieri; macellaio perché De André, anarchico, non condivide nessuna repressione, le mani di seta sono quella della legalità o i guanti della divisa militari); tutti gli ex partecipanti della scena politica, sia rivoluzionari sia reazionari - "il pasticciere di via Roma" con la "frusta giocattolo sotto l'abito da té", cioè la violenza di Stato sotto l'aspetto rispettabile e legale del potere (compreso quello dei partiti di sinistra, come il PCI, uno dei più forti nemici della contestazione, e divenuto borghese secondo i giovani post-sessantottini), e che "ogni dozzina di gradini trova una mano da pestare" cioè qualcuno con cui prendersela; il "paralitico" con "l'uccellino blu cobalto" e il "poeta metodista" che "ha spine di rosa nelle zampe" (quest'ultimo potrebbe però anche essere riferito a Riccardo Mannerini, poeta anarchico genovese, amico di De André, che era presente sul luogo del naufragio, infatti si dice che "la sua stella si è oscurata / da quando ha vinto la gara del sollevamento pesi": Mannerini si suicidò nel 1980, nella palestra di proprietà della moglie dove lavorava; questa figura, del "poeta con le spine di rosa nelle zampe" ricorda anche quella del "poeta della Baggina" de La domenica delle salme, definito "un pettirosso da combattimento", sempre che il pettirosso non sia un riferimento di nuovo alla lotta armata), che possono rappresentare gli ex rivoluzionari e gli intellettuali - dopo aver guardato la fine del capitano della nave, che si uccise dopo la morte della moglie annegata nel porto (cioè, nella lettura allegorica, questa è la fine della contestazione e anche della sua propaggine violenta; da ricordare che questo è il periodo dell'arresto del fondatore delle BR Renato Curcio, della morte in un conflitto a fuoco di sua moglie Margherita Cagol, della strategia della tensione e degli arresti di massa con le leggi speciali antiterrorismo; spararsi negli occhi è un suicidio simbolico, in quanto significa che la lotta armata è fallita e da allora diverrà solo terrorismo sanguinario senza scopo) si accordano tutti insieme contro «ogni sorta di naufragi o di altre rivoluzioni / e il macellaio mani di seta distribuì le munizioni». Questo è anche un ulteriore possibile riferimento ai membri della sinistra extraparlamentare, che criticavano da sempre De André perché "borghese", ma lentamente si spostarono invece su posizioni conservatrici, accanto ai nemici di un tempo, come si vedrà negli anni seguenti); il tutto però, raffigurato allegoricamente nella vicenda del naufragio. A Curcio e alle BR De André fa riferimento anche in Andrea: "sui monti di Trento" e ne La domenica delle salme: "sulla strada di Trento" e "l'amputazione della gamba / di Renato Curcio, il carbonaro" (ad opera dello Stato e degli ex comunisti che si vergognano dell'"album di famiglia") e forse in Rimini con il verso "e Colombo la chiama dalla sua portantina, lei gli toglie le manette ai polsi, gli rimbocca le lenzuola" (anche Colombo è un marinaio, a capo di una nave, come il capitano della London Valour, al punto che si può azzardare un altro collegamento criptico con la figura di Curcio; tuttalpiù che Teresa, la protagonista di Rimini, spazia nel tempo tra rivoluzioni e guerre, e potrebbe essere il simbolo di molti giovani ingenui che speravano che la lotta armata cambiasse le cose e migliorasse la vita di tutti). Va detto che De André (spiato dai servizi segreti perché sospettato di essere - a torto - amico di brigatisti) non condivideva, moralmente, ideologicamente e per molti altri motivi, il terrorismo rosso, ma come sempre ammirava e rispettava umanamente le figure di ribelli e di sconfitti, come emerge da un intervista su La domenica delle salme.

Come svelato da Cristiano De Andrè, la canzone contiene anche una velata frecciatina a Francesco Guccini nel verso "il paralitico tiene in tasca un uccellino blu cobalto / ride con gli occhi al circo Togni quando l'acrobata sbaglia il salto" (probabilmente vuol dire che gli artisti di talento nascondono le loro capacità per compiacere una parte politica, ma ridono per invidia quando gli artisti liberi sbagliano le loro mosse; Guccini viene quindi associato ai sostenitori intellettuali della sinistra extraparlamentare, rivoluzionaria solo a parole), evidentemente come risposta ai riferimenti critici fatti da Guccini agli altri cantautori, tra cui De Andrè, in alcune sue canzoni, quali Via Paolo Fabbri 43 e L'avvelenata ("Colleghi cantautori, eletta schiera, / che si vende alla sera / per un po' di milioni, / voi che siete capaci fate bene / aver le tasche piene / e non solo i coglioni").

Leggi tutto il significato ...

Nel testo si susseguono immagini nonsense, mescolate ed intrecciate fra loro come in un caleidoscopio. I Beatles, Omero, gli anni del liceo, "le mille bolle blu di Mina".
Ma l'io della poeta ci dona sprazzi di verità, i profughi afgani e i pellerossa americani, la cui verità va a contrapporsi violentemente a quel mondo di favole, oroscopi e canzonette che è proprio il mondo caro all'artista e a tutti noi.
Per me la canzone va a mettere a fuoco l'inconsistenza del nostro mondo, privo di senso come il ritornello stesso, donandoci sprazzi di verità sull'asprezza di tutto ciò che accade nel resto del mondo, fuori dalle mura di un liceo o di una canzone dei Rolling Stones.

Leggi tutto il significato ...

A me sembra descriva un amore omossessuale tra due giovani amici che insieme"scoprono il sesso"
Uno decide di vivere liberamente la sua omosessualità, andando via e forse abbandonandolo ed un pó tradendolo, e l'altro rimane in provincia sopprimendo la sua omosessualità, e frustrato beve amari al bancone del bar..
Mi piace immortalarti e ricordarti così, coi sandali ed il coraggio.... Etc
Cioè mi piace ricordarti quando avevi il coraggio di essere te stesso

Leggi tutto il significato ...

C'è una frase che mi ha colpito in modo particolare.

"E se mordo una fragola, mordo anche te".

Secondo me la fragola indica la possibilità di un rapporto (in particolar modo carnale), che implica un tradimento in quanto Vasco è già impegnato. La fragola è un frutto che attira molto, golosa e succosa. Proprio come il sesso.

Il "mordo anche te" l'ho interpretato in due modi:
- Morde anche lei, in quanto vede un po' di lei nelle donne con cui ha rapporti
- Ma il morde può avere anche un signifiacato più negativo, venire traditi provoca dolore, come un morso

Come l'avete interpretata voi?

Leggi tutto il significato ...

Il significato e' tutto nella strofa: I giardini di marzo si vestono di nuovi colori
e le giovani donne in quel mese vivono nuovi amori
camminavi al mio fianco ad un tratto dicesti: "tu muori"
Se mi aiuti son certa che io ne verro fuori!
Ma non una parola chiarì i miei pensieri
continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri.

Lui e' innamorato di un'altra e solo lei puo' aiutarlo a scegliere.

Leggi tutto il significato ...

Le preoccupazioni economiche alle volte soffocano la coppia, ostacolano l’arte, e l’artista ne risente. Lei è impegnata in un’attività di prestigio, redditizia e sicura, che la soddisfa e la gratifica anche a livello personale. Usa il pretesto che con le canzoni non si vive … che la musica è una passione ma non basta a mantenere una famiglia … In realtà lei non concede al partner di avere le stesse soddisfazioni che lei prova con la sua attività. Sminuisce le sue capacità fino a deprimerlo e a convincerlo che lei gli sia indispensabile... Riesce a ridicolizzarlo tanto da fargli pensare di poter diventare qualsiasi cosa, anche un oggetto così piccolo da stare nella sua borsa o tra i suoi capelli. Ma l’amore vero non svilisce, incoraggia. L’amore manifesta in entrambi il desiderio di stare insieme quanto più possibile, senza scuse o giustificazioni. Quindi questo forse non è amore … è solo dipendenza dell’uno nei confronti dell’altra.

Leggi tutto il significato ...

secondo me sta a significare il viaggio della vita che tutti compiono fatta di dubbi e di incertezze perchè non sappiamo la nostra vita dove ci porterà ed intorno a noi troveremo sempre qualcuno disposto a non farci arrivare ai nostri obbiettivi perchè chi è senza voglia sogni come dice la canzone ( chi è deserto ) non vuole che qualcosa fiorisca in noi per me inteso come la realizzazione di un sogno o di un obbiettivo ed ognuno di noi può arrivarci perchè tutti siamo al mondo

Leggi tutto il significato ...

Ascoltando questa canzone provo un sentimento struggente che mi riempie...sento un senso di provvisorietà che ci distingue da tutto, dal cielo, dagli oggetti e le cose che noi stessi abbiamo creato eppure ci sopravvivono...oltre alla dissoluzione di un'emozione, un sentimento, sento la dissoluzione della vita, che non siamo eterni, che le immagini viste e vissute, queste istantanee descritte svaniranno con noi....condivido l'incertezza, ma anche la provvisorietà...

Leggi tutto il significato ...

Per quanto mi riguarda la canzone è l'inno alla speranza del futuro. La storia si basa sicuramente su una assenza importante nella vita della protagonista che chiede alla sua forza interiore di lasciarla andare avanti distogliendola dai ricordi che ogni volta che si affacciano alla mente la rendono "immobile". La canzone a mio parere lancia proprio il messaggio "dell'andare avanti". Ogni volta che alla protagonista si affacciano dei ricordi la sua immagine diventa "immobile", quando invece chiede alla sua forza di volontà di guardare avanti la sua immagine diventa propositiva e si rialimenta di speranza e voglia di "sognare, amare, camminare e invecchiare".

Leggi tutto il significato ...

Nonostante l'interpretazione positiva- romantica precedente sia molto più dolce, non credo che si avvicini al vero significato della canzone. Il testo riguarda una situazione quasi opposta: in Lei Verrà il 'protagonista' sta parlando alla sua compagna del vero amore, di un'altra donna, che lui ha cominciato ad attendere ("nel tempo che verrá"); ne sente il bisogno (" ne ho già sete"), e sa che é altrove ("e scenderà/ da nuove città"). C'è una netta divisione tra la coppia (composta dall' 'io-uomo' e la 'tu-donna') e quella 'lei', che è chiaramente un'altra persona. La coppia è in crisi ("stanotte piove/ e piove su noi/ che non ci incontriamo mai"), e lui sa benissimo che non può andar avanti cosí ("io aspetto già"). Sa anche che il momento del confronto dovrà arrivare ("per noi avrò/ strane parole/ quelle che non riesco a dire mai") e che non sarà piacevole ("parole di cui ti vergogni"), ma é convinto che la verità sia necessaria per riportare "il sole/ nella stanza in fondo agli occhi tuoi", perché la loro storia ormai é finita ("amore che non dá più sogni/ amore che non dai").
La canzone mantiene comunque un carattere positivo e sognante, perché l'amore vero arriverà, lei é nel suo futuro, manca poco all'estate e al mattino, all'inizio che deve nascere da una fine. Davvero una bella canzone :3

Leggi tutto il significato ...