Disperato Erotico Stomp di

  • Richiesto da Francesco Piselli
  • Interventi 6 / Visualizzazioni 20757 / Annotazioni 1
Significato più votato

Canzone autobiografica, come lo stesso Lucio Dalla rivelò a Gigi D'alessio. Lucio conobbe una filosofa con la quale ebbe un flirt, ma non ne nacque nulla e lei se ne andò davvero via con un'amica alta, grande fica. Egli si sentì scoraggiato da ciò, ovviamente. Riflettè sul fatto che non sta bene stare sempre in casa in mutande ed uscì, non accontentandosi più di pensare solo a delusioni, ad aquiloni (come in alcune versioni), a grandi imprese, a una thailandese, sottolineando nel contempo che "l'impresa eccezionale" rimane sempre "essere normale". Così uscì, e si imbattè prima in una puttana, con la quale parlò solamente e trovò interessanti i suoi discorsi perchè era molto tranquillizzante, essendo ottimista. Inoltre, era anche di sinistra, come lo stesso Dalla. Successivamente, incontrò uno che si era perduto e gli insegnò la strada, dicendogli che nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino. Ma il malcapitato non poteva saperlo: era di Berlino. Dalla dice nella canzone di esserci stato "con Bonetti", a Berlino. In una conferenza stampa recente, egli rivelò che Bonetti esisteva realmente: era un suo amico "completamente scemo", come lo definì, col quale Dalla si metteva in viaggio e puntualmente Bonetti, che guidava sempre lui la macchina, sbagliava strada. Tornando alla canzone, Dalla si rese conto che tutto questo peregrinare tutto sommato è inutile. Sono molto più confortanti ed accoglienti le mura di casa propria. Così, decise di tornare a casa e rimettersi in mutande. Prima di salir le scale si fermò, colpito, a guardare una stella (le stelle sono sempre molto presenti nelle sue canzoni) e fu stupito dal fatto di avere un'erezione spontanea in un silenzio tombale. Così, si sdraiò sul divano e si masturbò, facendo capire che è troppo complesso, a volte, capire i misteri dell'amore e del sesso. Meglio non pensarci ed affidarsi al... fai da te.

Anonimo
27 persone trovano utile questo significato
  • Non c’è niente che non va, nella canzone goliardica per eccellenza, nata sulla spinta della libertà di linguaggi favorita dalla nascita delle radio libere. Secondo Dalla, rappresenta «la risposta a una sorta di moralismo della sinistra. Era l’epoca delle femministe (…). Io ho un rispetto sacro per l’essere umano, non per l’aspetto istituzionale di esso. Per cui “Disperato erotico stomp” era una canzone-provocazione sia nel linguaggio sia nella ragione stessa della canzone». Una volta ascoltata, non la dimentichi più. Certi passaggi del testo sono diventati, a loro modo, proverbiali. «Vinci se diventi riempimento automatico. L’aggiunta che vi vien spontanea a “nel centro di Bologna”, quella è Dalla»

    Immagine dell'utente Nerone Nerone
    7 persone trovano utile questo significato
  • "...ma l'impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale."

    Proprio qui sta il punto. La canzone ha chiaramente un significato ma penso che tutto sommato restasse in parte nascosto anche a Dalla... Semplicemente ha raccontato ciò che ha realmente (o normalmente, se preferite) fatto una sera, sentendosi solo dopo una delusione.
    Trovo affascinante come un uomo possa aprirsi così tanto e mostrarsi così al naturale di fronte ad altri uomini raccontando semplicemente ciò che fa, ed è ancora più bello se si pensa che in questa "favola" raccontata da Dalla tutto ciò che accade è ordinario se non addirittura banale. Ma nessuno lo racconta mai. Nessuno ha veramente il coraggio di scrivere in una canzone che "si masturba semplicemente perchè gli va".

    Quindi, almeno per me, il significato è espresso nella frase: "...ma l'impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale.". E cioè non c'è niente di più affascinante che la naturalezza della vita. In questo caso possiamo assaggiare uno scorcio della vita di Lucio Dalla che probabilmente, nonostante la personalità fuori dagli schemi, coincide anche con la nostra. Perchè, in fondo, tutto ciò che ci circonda è normale.

    Anonimo
    6 persone trovano utile questo significato
  • Bella e divertente; contiene però una frase che ho fatto mia e che mi è enormemente servita ogni volta che confondevo l'apparire con l'essere. "...ma la cosa eccezionale... è essere normale."

    Gyde Mc.Palloth
    3 persone trovano utile questo significato
  • Un uomo rimasto solo, senza donna, gira per Bologna, incontra una puttana e un giovane ragazzo di Berlino che aiuta a ritrovare la strada. La sera tornato a casa termina la giornata con una sega.

    "il silenzio m’ingrossava la cappella."

    [..]

    "ho chiuso un poco gli occhi, e con dolcezza è partita la mia mano."

    Immagine dell'utente Esangue Rosso Esangue Rosso
    2 persone trovano utile questo significato
  • la rezza

    Anonimo
    1 persona trova utile questo significato
  • Quale è per te il significato di questa canzone?
    Come inserire immagini e formattare il testo
    Se ti registri guadagni punteggio e sarai aggiornato sullo stato della pagina